da “La Voce del Popolo” di Fiume

di Franco Sodomaco

Il Teatro cittadino «Antonio Coslovich» di Umago ha ospitato un concerto dedicato al cantautore

Presso il Teatro cittadino “Antonio Coslovich”, in occasione delle Giornate della Cultura italiana, per la grande soddisfazione del pubblico, si è tenuto il tributo al grande Fabrizio De André attraverso un viaggio-concerto nel quale sono stati ripercorsi i momenti musicali più significativi del grande cantautore genovese. Presenti il sindaco di Umago, Vili Bassanese, i vicesindaci Mauro Jurman e Floriana Bassanese Radin, che è anche presidente della Comunità degli italiani “Fulvio Tomizza”, il Segretario generale dell’Università popolare di Trieste, Fabrizio Somma, la console onoraria Giuseppina Rajko, e un pubblico attento e divertito che alla fine ha chiesto anche il bis.

Offerte, con infinita bravura, interpretazioni coinvolgenti con note storiche e biografiche fondamentali per cogliere l’essenza del linguaggio poetico di Faber. Il titolo dello spettacolo “A forza di essere vento…” si rifà a un verso evocativo del famoso brano “Khorakhanè” e racchiude in sé la metafora della vita vista come l’eterno peregrinare degli zingari, che ricorda come il destino dell’uomo non è raggiungere la meta, ma viaggiare.

I “viandanti” del Fabrizio De André Ensemble sono stati Domenico Laratta (voce e narrazione), Fulvia Pellegrini al violino, Albano Vidali alla fisarmonica, Francesco Basciu (chitarre), Andrea Piazza (chitarra classica), Marco Casarin (tastiere), Alex Bosio (basso e contrabbasso), Giovanni di Vella (batteria, suoni e percussioni) e Ricky Moya Caballero (strumenti a percussione e suoni).

Una serata al teatro Antonio Coslovich di Umago diversa, quasi un grande risveglio dopo i divieti del Covid-19 e l’opera di rinnovo del teatro, bello e spazioso.

Alla fine, a fare gli onori di casa è stata Larissa Gašperini, direttrice dell’ente Festum di Umago, la quale ha ringraziato i musicisti del Fabrizio De André Ensemble che sono stati in grado di trasmettere emozioni e storie mai dimenticate, com’è la musica italiana.

Il tributo a Fabrizio De André è stato organizzato congiuntamente da UPT, Città di Umago, Comunità degli Italiani di Umago ed ente Festum.

Comment(0)