L’UPT porta l’eccellenza italiana a Cattaro tra mostre, concerti, progetti e incontri istituzionali

Rafforzare i rapporti tra le istituzioni, promuovere l’eccellenza artistica e valorizzare la lingua e la cultura italiana in Montenegro – questi gli obiettivi principali di una sette giorni organizzata a forze congiunte dall’Università popolare di Trieste e dalla Comunità degli Italiani del Montenegro, precisamente dal 9 al 14 settembre scorso. Nelle suddette giornate è stata proposta una serie di nuovi ed importanti progetti che sono andati ad arricchire il calendario di attività svolto da questo giovane sodalizio fondato nel 2004 con l’intento di riunire le persone di origine italiana nonché diffondere e salvaguardare le radici storiche, la cultura, la civiltà e la lingua italiana sul territorio montenegrino.

I lavori sono iniziati nella giornata del 9 settembre 2022 quando, in mattinata, ha avuto luogo l’incontro dell’Università Popolare di Trieste, rappresentata dal presidente e delegato MAECI Dott. Emilio Fatovic, dal vicepresidente e delegato Regione FVG Paolo Rovis e dal segretario generale Fabrizio Somma, con l’Istituto Nautico di Cattaro volto all’organizzazione di percorsi formativi congiunti per futuri studenti. Alla riunione ha presenziato anche il direttore generale dell’Accademia Nautica dell’Adriatico di Trieste, il Dott. Bruno Zvech, il quale ha presentato l’offerta didattica dell’Istituto e le possibilità di collaborazione con le realtà lavorative, ponendo così le basi per nuove frontiere formative e collaborazioni future.

Gli incontri istituzionali hanno fatto da perfetta cornice ad una serie di manifestazioni artistico-culturali volte a promuovere l’eccellenza italiana e a conservare un patrimonio comune di cultura, storia ed arte. Così, nella serata del 10 settembre, alla presenza di S.E. l’Ambasciatore Andreina Marsella e dell’artista stesso, presso la Chiesa di San Paolo a Cattaro è stata inaugurata la mostra personale “Divine armonie” Tobia Ravà, a cura di Maria Luisa Trevisan e Fabrizio Somma, alla quale è seguito il concerto di Dennis Fantina & Magazzino commerciale nell’ambito dell’Italian tour 2022 che li ha visti protagonisti anche a Castelnuovo il giorno successivo. Da sottolineare anche la presenza di una delegazione italiano-montenegrina a Cettigne guidata dalla famosissima Eleonora Noris Cunaccia, esperta di botanica conosciuta a livello mondiale come la “Signora delle erbe” che ha promosso il progetto “Percorso didattico sulla raccolta, riconoscimento e cucina delle erbe spontanee”.

Le giornata dell’11 settembre era riservata per la promozione di un grande artista fiumano venuto a mancare nel 2000, Gianfranco Miksa. Nella galleria del Museo marittimo di Cattaro, in presenza di ospiti e autorità, è stata inaugurata la sua mostra personale con le opere risalenti al decennio 1968-1978;  un’occasione unica che ha permesso di presentare al pubblico uno dei massimi esponenti della pittura fiumana del XX secolo.

Martedì 13 settembre, invece, ha visto protagoniste la mostra “Sguardi” e la proiezione del film “Alida”, nate in collaborazione con la Casa del cinema di Trieste in occasione dei cent’anni dalla nascita della famosa attrice nata a Pola, Alida Valli. In seguito alla splendida introduzione preparata dalla critica cinematografica Milena Lazic, il regista Mimmo Verdesca ha presentato al pubblico il lavoro svolto dietro le quinte e il grande impegno profuso nella divulgazione dell’operato di una donna che ha segnato il mondo del cinema.

A concludere la parte culturale del progetto, la conferenza tematica dello scrittore Franco Fornasaro dal titolo “Elementi Adriatico-orientali tratti dalla vita di Dante” organizzata presso il Liceo di Cattaro nella mattinata del 14 settembre.

Non va dimenticato che nell’ambio della Settimana, con l’intento di definire il programma di collaborazione nato con la firma degli Accordi di Partenariato sottoscritti nel 2019 e 2022, la Comunità Italiana del Montenegro ha ospitato una delegazione dell’Unione degli Istriani, guidata dal Presidente Massimiliano Lacota e dal Segretario Generale Raffaele Tamaro, della quale hanno fatto parte anche i Coordinatori regionali di Veneto, Marche, Lazio, Campania e Puglia.

Il Presidente della Comunità, Aleksandar Dender, ha espresso grande soddisfazione per le attività organizzate e per la solida collaborazione garantita negli anni dall’Università Popolare di Trieste, braccio operativo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e della Regione Friuli Venezia-Giulia, quest’ultima garante di stabilità e sensibilità per le necessità della Comunità Nazionale Autoctona Italiana in Montenegro.

Comment(0)