Importante incontro all’Ambasciata d’Italia a Zagabria, alla presenza di Sua Eccellenza l’Ambasciatore Pierfrancesco Sacco, del Console Generale d’Italia a Fiume Davide Bradanini e del Vice Capo Missione, Cons. Valeria Baistrocchi, con il Presidente Emilio Fatovic e il Segretario Generale Fabrizio Somma.

Durante la riunione l’Ambasciatore Sacco ha richiamato i punti fondamentali di azione e di collaborazione nell’attenzione al presidio delle Comunità Italiane in Croazia, rappresentate dall’Unione Italiana.

Sacco ha evidenziato il lavoro comune dell’Unione Italiana e dell’Università Popolare di Trieste, a favore di un’offerta qualificata verso le Comunità, verso i giovani, in un percorso intrapreso nell’ambito dei rapporti bilaterali.

Il Presidente Fatovic, dopo aver richiamato l’incontro alla Farnesina del 14 settembre scorso con il Ministro Luigi Di Maio e con il Direttore Generale per i Paesi dell’Europa in seno al MAECI, Ambasciatore Vincenzo Celeste, in ordine agli impegni e all’azione dell’Università Popolare di Trieste stessa e le sue prerogative, ha pienamente condiviso gli orizzonti prospettati dall’Ambasciatore Sacco e dal Console Generale Bradanini, assicurando da parte dell’UPT, del suo Consiglio d’Amministrazione e di tutto il personale, una piena collaborazione inclusiva per le Comunità Italiane presenti in Croazia e per tutti i progetti innovativi che qualificano una progettazione consona ai tempi mutati.

Il Console Bradanini da canto suo ha rappresentato la massima attenzione alle molteplici attività in atto e da svolgere nell’ambito della Legge 73/2001. Attività condivise nel Comitato di Coordinamento del 30 luglio scorso, a favore della Comunità Nazionale Italiana.

Inoltre, in sede di chiusura della riunione si è condivisa l’opportunità di un incontro prodromico a migliore efficace ed efficienza delle progettualità e delle azioni future, comprendente l’Ambasciata, il Consolato, l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste.

Comment(0)