Questa mattina, ha preso avvio il 57° Seminario di Lingua e Cultura Italiana, in modalità online, riservato ai docenti della Comunità Nazionale Italiana, intitolato “Didattica della lingua”.

A portare i saluti istituzionali sono intervenuti il dott. Arturo Campanella, Consulente pedagogico del Governo italiano per la Repubblica di Slovenia, il prof. Guido Križman, Consulente superiore all’Istituto dell’Educazione della Repubblica di Slovenia a Capodistria, il dott. Fabrizio Somma, Segretario Generale dell’Università Popolare di Trieste.

Il prof. Križman, ha presentato il Seminario e introdotto il prof. Giuseppe Patota, che ha spiegato “I punti critici dell’italiano contemporaneo: quali sono, come insegnarli, quando insegnarli”.

I lavori proseguiranno nel pomeriggio, con l’interessante tema “Approccio plurilingue all’insegnamento nella scuola primaria e dell’infanzia”, proposto dalla prof.ssa Fabiana Fusco.

Il giorno successivo, i proff. Paolo Balboni e Fabio Caon tratteranno il tema “Le criticità crescenti della lingua italiana nel contesto”.

Offerti gli spunti, i relatori affideranno ai corsisti il compito di riflettere e successivamente mettere in comune, nella discussione finale, impressioni, valutazioni, dubbi, possibili attività e, naturalmente, domande.

Comment(0)