da “La Voce del Popolo” di Fiume

di vib

L’Unione Italiana ha pubblicato oggi i nomi dei vincitori della 54.esima edizione del Concorso d’arte e di cultura Istria Nobilissima, fiore all’occhiello della Comunità Nazionale Italiana e promotrice delle varie forme di arte che promanano da queste terre e rendono merito ad una comunità culturalmente ed artisticamente feconda come poche altre. All’edizione di quest’anno hanno partecipato 68 autori e tra i premiati figurano anche 4 giornalisti dell’Edit di Fiume: Tiziana Dabović, Stella Defranza, Ivana Precetti Božičević e Lucio Vidotto.
Pubblichiamo di seguito i premi assegnati e i nomi dei vincitori:

A) Categoria Letteratura – Premio OSVALDO RAMOUS

Sezioni:

1. POESIA IN LINGUA ITALIANA

Primo premio: MARIO SIMONOVICH – FIUME
Titolo: Versi confinanti (Raccolta di poesie)
Motivazione: Poesia della memoria e della nostalgia, sostenuta da tecnica apprezzabile.
Versi della intimità di chi conosce l’uso della parola poetica per esprimere i sentimenti.

Secondo premio: GIACOMO SCOTTI – FIUME
Titolo: La voce del silenzio (Raccolta di poesie)
Motivazione: Nostalgia che rivendica e giustifica la presenza del ricordo espresso nel ritmo delle immagini, con un uso sicuro della metrica.

Menzione onorevole: LAURA MARCHIG – FIUME
Titolo: Solstizio d’inverno (Cronache scritte nel periodo a cavallo fra gli anni 2020 e 2021)
Motivazione: Contenuto impegnato e rapporto critico con la realtà storica e quotidiana e attenzione alla dimensione intima del sacro.

Premio giovani: ALEXANDRA BUIĆ – BUIE
Titolo: Pensieri da uno a nove (Raccolta di poesie)
Motivazione: Si esprime con immagini efficaci e rivolge alla realtà uno sguardo attento non privo di esuberanza emotiva.

2. POESIA IN UNO DEI DIALETTI DELLA COMUNITÀ NAZIONALE ITALIANA

Primo premio: LIBERO BENUSSI – ROVIGNO
Titolo: Siènare e bronse (Cenere e braci)
Motivazione: Sguardo attento alle cose nelle quali si rivelano l’uomo, il suo destino e anche la sua pace. La silloge usa l’espressione dialettale per disvelare compiutamente il proprio mondo e la propria identità.

Secondo premio: TIZIANA DABOVIĆ – FIUME
Titolo: Remitur
Motivazione: Lingua viva e musicale che custodisce la memoria in un tono elegiaco e si alimenta della poetica del quotidiano.

Menzione onorevole: MARIA SCIOLIS – ROVIGNO
Titolo: Fago carta a ma niesa (Raccolta di poesie)
Motivazione: Rimpianti, ingiustizie, bocconi amari, lutto e umiliazione ovattati dalla distanza temporale riaffiorano in un dialetto vivo e pulsante.

3. PROSA IN LINGUA ITALIANA

Primo premio: STELLA DEFRANZA – FIUME
Titolo: L’ornitorinco
Motivazione: Veridico, appassionato sguardo sull’esperienza di studenti “italiani nel cuore ma non su carta”. Quasi un manuale per aspiranti studentesse e studenti negli atenei della madrepatria. Una testimonianza dello stato di «multiappartenenza» o «multinappartenenza», con una scrittura efficace, quasi esclusivamente saggistico-memorialistica.

Secondo premio: MARTINA SCALIA – CAPODISTRIA
Titolo: Estratti di diario, estratti di vita
Motivazione: Una prosa desertica, popolata di stanchezza individuale, nella metafora del viaggio come riappropriazione di sé.

Menzione onorevole: MARCO APPOLLONIO – CAPODISTRIA
Titolo: Europa
Motivazione: Racconto teso, intrigante, con una chiusa enigmatica e sostenuto da una scrittura affilata.

Premio giovani: MARTA POROPAT – ROVIGNO
Titolo: Tutte quelle macchine, per un solo motivo
Motivazione: Narra il disincanto delle scoperte della vita attraverso incursioni linguistiche e stilistiche coerenti con la realtà storica e socioculturale.

4. PROSA IN UNO DEI DIALETTI DELLA COMUNITÀ NAZIONALE ITALIANA

Non è pervenuto nessun lavoro.

5. SAGGI DI ARGOMENTO UMANISTICO O SCIENTIFICO

Primo premio: non assegnato

Secondo premio: non assegnato

Menzione onorevole: MATTEO RADIN – UMAGO
Titolo: Uso dei lieviti non-Saccharomyces (Lachancea thermotolearns) per migliorare la qualità del vino e contrastare gli effetti del cambiamento climatico
Motivazione: Per uso professionale o divulgativo, con attenzione alla realtà vitivinicola della regione.

B) Categoria Teatro – Premio RANIERO BRUMINI

Primo premio: GIUSEPPE NICODEMO – FIUME
Titolo: L’uomo dal cioccolatino in bocca
Motivazione: Testo molto originale nella strutturazione drammaturgica, il cui delicato tema trattato non scade mai nel patetismo. Particolarmente interessante la suddivisione dei ruoli tra due soli attori che tuttavia crea comunque una autentica sinfonia di voci e ritmi.

Secondo premio: non assegnato

Menzione onorevole: FLORINDA KLEVISSER E IVANA PRECETTI BOŽIČEVIĆ – FIUME
Titolo: Le paprike (in)finide
Motivazione: Grazioso testo in dialetto fiumano che offre un vivace quadretto di vita quotidiana.

C) Categoria Arti visive – Premio ROMOLO VENUCCI

Sezioni:

1. PITTURA, SCULTURA E GRAFICA

Primo premio: LANA GRŽETIĆ – FIUME
Titolo: Bagnanti
Motivazione: Una scena di nudi femminili in serena convivialità, opera pittorica di forte impatto cromatico, pennellate fresche e decise governano lo spazio compositivo.

Secondo premio: LEA ČEČ – FIUME
Titolo: Simbiosi
Motivazione: Composizione pittorica, che restituisce un’opera grafica con memorie d’altri tempi e stili. Ben governata tecnicamente e compositivamente, essenziale e incisiva.

Menzioni onorevoli:

1) TEA PAŠKOV VUKOJEVIĆ – FIUME
Titolo: Espansione
Motivazione: scultura che si rifà ad una tecnica Rakù (obvara) con la quale l’artista ottiene effetti inaspettati e originali.

2) KLAUDIO KATUNAR – FIUME
Titolo: Io e te
Motivazione: acquerello eseguito magistralmente con variazioni monocromatici che offrono una visione ricca di profondità e poesia.

3) ANDREJ ANTONIČ – SICCIOLE
Titolo: Le Opere di Back: Maria Benedetti
Motivazione: Un cortometraggio che affronta un argomento interessante, sviscerando la storia artistica di una autrice del passato, vissuta a cavallo di più culture.

Premio giovani:

1) DIEGO BELCI – POLA
Titolo: Diario dei sogni
Motivazione: un libro d’artista che racconta i sogni di un ragazzo, con uno stile ben governato. Ricorda, con freschezza giovanile, un particolare filone grafico della pop art.

2) LUKA KOZLOVIĆ – UMAGO
Titolo: Colosseo
Motivazione: pregevole opera di un dodicenne che si misura col colore dal forte impatto, con dei risultati pittoricamente adulti.

3) ARIANA ŠOŠTARIĆ – UMAGO
Titolo: Edgar Allan Poe
Motivazione: una bella opera in bianco e nero, realizzata con ottime capacita grafico-pittoriche ci narra momenti del vissuto di un gigante della letteratura internazionale.

2. DESIGN, ARTI APPLICATE, ILLUSTRAZIONE

Primo premio: CLAUDIA KOSTADINA – FIUME
Titolo: Fantasia bianco-nera (N.1)
Motivazione: Fantasia nella realizzazione tridimensionale in tecnica Raku (crowling) di un’opera che movimenta lo spazio con essenzialità formale.

Secondo premio: FULVIA GRBAC – SICCIOLE
Titolo: Che bauletto!
Motivazione: Un simpatico “Bauletto” raccoglie con colori e forme i giochi e i lavori dei bimbi introducendoli al mondo delle arti visive e del racconto figurativo.

3. FOTOGRAFIA

Primo premio: VALTER ZANCO – POLA
Titolo: Visignano – Višnjan
Motivazione: Per la capacita di riassumere in uno scatto l’essenzialità di un territorio: ambiente naturale , edificazioni e lavoro primario.

Secondo premio: DEAN DURIN – GALLESANO
Titolo: Motociclisti (N. 11)
Motivazione: Motociclisti sospesi in un paesaggio innevato. Immagine di un momento d’attesa o relax?

Premio giovani:

1) ENEA GRBAC – UMAGO
Titolo: Evviva la vita in campagna
Motivazione: Per la scelta compositiva che focalizza l’attenzione su un particolare ambientale apparentemente non rilevante, sul quale si innesta ora e giorno dello scatto che lo fa assumere valenza quasi documentale.

2) EMA KRAJCER – UMAGO
Titolo: Viaggio
Motivazione: Un paesaggio sospeso. Un luogo di mare apparentemente di un altro pianeta, ci rimanda ai piaceri dell’estate.

D) Categoria Arte cinematografica, video e televisione

1. ARTE CINEMATOGRAFICA, VIDEO E TELEVISIONE

Primo premio: non assegnato

Secondo premio: non assegnato

Premio giovani:

1) LETIZIA SIRONIĆ – UMAGO
Titolo: Stanzia grande di Salvore: Villa Cesare

2) ENDY RAMANI – PARENZO
Titolo: Viva l’Istria

Motivazione: I due iscritti al Premio Giovani, per i temi trattati di grande attualità (il recupero del patrimonio architettonico e il tema ambientale ed ecologico) e per averli saputi trattare in modo convincente seppure con mezzi amatoriali meritano ambedue una menzione onorevole, che possa incentivare la loro curiosità a sviluppare le competenze nell’audiovisivo coniugate alle tematiche attuali.

E) Categoria Musica- Premio LUIGI DALLAPICCOLA

1. COMPOSIZIONE (CORO E MUSICA DA CAMERA)

Non è pervenuta nessuna composizione.

2. ESECUZIONE STRUMENTALE, VOCALE O CORALE

Primo premio: IVAN GRAZIANI – FIUME
Motivazione: il candidato ha presentato una programma molto impegnativo in cui ha dimostrato grande solidità tecnica e padronanza strumentale.

Secondo premio: CHIARA JURIĆ BOŽAC – POLA
Motivazione: Ha dimostrato un’ottima preparazione tecnica e musicale.

Premio giovani: LARA MAKOVAC – CAPODISTRIA
Motivazione: Dotata di talento e musicalità, ha eseguito il programma con maturità e freschezza.

F) Categoria Cittadini residenti negli altri Paesi, di origine istriana, istro-
quarnerina e dalmata attestata da un apposito documento

1. PROSA NARRATIVA E POESIA, ANCHE IN DIALETTO, SU TEMATICHE CHE
INTERESSANO IL MONDO COMUNE ISTRIANO, ISTRO-QUARNERINO E
DALMATA, NELLA SUA PIÙ AMPIA ACCEZIONE CULTURALE, UMANA E
STORICA

Primo premio: LUCIANA MELON – TRIESTE
Titolo: Come le rondini
Motivazione: Buon livello di scrittura, con interazione dialettale; efficace caratterizzazione dei personaggi ed equilibrato rapporto dei dialoghi con la narrazione.

Secondo premio: DORIANA SEGNAN – TRIESTE
Titolo: Black Sugar
Motivazione: Prosa tesa in un ritmo narrativo coinvolgente.

Menzione onorevole: EUFEMIA GIULIANA BUDICIN – ROMA
Titolo: Vincenzo Fasolo e Giuseppe Pagano: due visioni alternative all’architettura di regime
Motivazione: Un capitolo della grande architettura italiana. Per la sua natura di prosa saggistica il testo richiederebbe una scrittura ulteriormente controllata con una documentazione che giustifichi in itinere le affermazioni e i giudizi storici formulati.

PREMIO GIORNALISTICO “PAOLO LETTIS”

1. PREMIO GIORNALISTICO PER IL MIGLIOR SERVIZIO, COMMENTO, ARTICOLO E ALTRO GENERE GIORNALISTICO, TRASMISSIONE RADIO O TELEVISIVA, O PER UNA SERIE DI QUESTI, PUBBLICATI SUI GIORNALI, ALLA RADIO O ALLA TELEVISIONE DELLA CNI NEL 2020, DI PARTICOLARE INTERESSE PER LA STESSA E PER L’AFFERMAZIONE SOCIALE E PROFESSIONALE DELLA CATEGORIA

La commissione assegna il premio a LUCIO VIDOTTO con la seguente motivazione: Dai cinema che hanno chiuso i battenti, ai locali notturni che hanno lasciato spazio ad altre attività o diventati dei ruderi, l’autore della serie di reportage ha saputo rendere un suo ricordo il ricordo di tutti, poiché ogni località del nostro territorio lamenta la scomparsa di luoghi che scaldavano l’anima. Da rilevare l’importanza del perpetuarsi della loro memoria per evitare che vada dispersa. Un cronista molto attivo nell’area che, anche questa volta, ha saputo coglierne l’essenza.

Comment(0)