Dall’arte alla cultura underground newyorkese, dai salotti buoni degli anni cinquanta ai sobborghi della grande mela

 Lezione in aula + lezione online – alternate come da capienza sede (supporto Zoom
  • Mercoledì, ore 18.30 – 20.10, Prof.sa Francesca Martinelli
    dal 03 Febbraio 2021 al 28 Aprile 2021.

Quota d’iscrizione: € 158,00 (+ quota associativa € 30,00).

(L’insegnante è contattabile per gli eventuali iscritti che vogliano delle informazioni più
approfondite al seguente indirizzo di posta elettronica: nancyfrida@gmail.com)

Con Leo Castelli si inaugura un nuovo capitolo dell’arte del ‘900. Dopo la seconda guerra mondiale il centro propulsore dell’arte si sposterà da Parigi a New York e Leo Castelli ne sarà l’artefice. Padre indiscusso della Pop Art, cambierà il volto e il mercato dell’arte contemporanea. Con lui Andy Warhol darà vita alla Factory, centro nevralgico della cultura del momento. Lo studio ai tempi era noto anche come “Silver Factory” perché era stato decorato dal fotografo Billy Name con stagnola e vernice argentata, e gli anni passati alla Factory diventarono noti anche come l’Età d’Argento, non solo per il colore del luogo, ma anche per lo stile di vita che si conduceva al suo interno — la stagnola è un riferimento all’uso di droghe.

Warhol usava la Factory anche come laboratorio per produrre, chiamiamolo così, merchandising e opere su commissione. Questo percorso sarà trasversale e prenderà in considerazione il contesto storico, politico e culturale del secondo dopoguerra, fondamentale per comprendere la nascita della Pop Art e le dinamiche estetiche e commerciali della nuova arte extra-europea, che dettava regole e sistemi iconografici in tutto il mondo.

Programma:

  • Dopo la seconda guerra mondiale: cosa succede all’arte?
  • Leo Castelli: storia di un uomo che cambia il concetto di Arte;
  • L’opera d’Arte in serie;
  • Temi e schemi della Pop Art;
  • Factory e Andy Warhol;
  • Artisti della Factory;
  • Il cinema della Factory;
  • Il nuovo mercato dell’arte;
  • Conclusioni.

Per maggiori info: 3382272351 oppure FB Francesca Martinelli.

Post by admin

Comment(0)

Leave a Comment