Proseguendo la serie di incontri intitolati “Sulle strade del Giappone”, organizzati dall’Università Popolare di Trieste in collaborazione con l’Associazione Yūdansha Kyōkai – Iwama Aikidō – Trieste, mercoledì 12 febbraio, alle ore 18.00, alla Sala “Sbisà” di via Torrebianca 22, si terrà la conferenza su “Le strade dei pellegrini”, a cura di Giovanna Coen.

Nella letteratura occidentale il pellegrinaggio viene definito come “atto di devozione”, mentre il “viaggio di piacere” ha natura di svago e/o di arricchimento culturale.

In Giappone invece, fin dai tempi più antichi, questa dicotomia non ci fu: nel contesto culturale giapponese, un viaggio in un luogo di natura o storia può essere considerato sacro come una visita a un tempio o a un santuario, mentre un pellegrinaggio può essere goduto semplicemente per la “novità”, senza restrizioni morali di comportamento e intento, e questo senza perdere il suo status di “pellegrinaggio”.

La divisione tra sacro e profano (intesi i due concetti nel senso Occidentale) è molto labile, vista la compenetrazione dei due termini.

L’incontro prenderà avvio dalla storia dei pellegrinaggi in Giappone e dal loro sviluppo per arrivare a illustrare le principali strade percorse dai pellegrini ancora ai giorni nostri, fenomeno in costante crescita, a testimonianza che le spinte motivazionali sono in parte le medesime dei tempi antichi, alle quali se ne sono aggiunte di nuove.

 Per informazioni: Università Popolare di Trieste – tel. 040 6705200

 

“Sulle strade del Giappone” alla Sala “Sbisà”
0.00(0 votes)
Comment(0)