L’Università Popolare di Trieste, in collaborazione con l’Associazione Yūdansha Kyōkai – Iwama Aikidō – Trieste, ha raggruppato sotto il titolo “Sulle strade del Giappone”, una serie di incontri alla Sala “Apollonio” di Palazzo Vivante, Opera Figli del Popolo, in Largo Papa Giovanni XXIII n. 7, volti a raccontare realtà giapponesi poco conosciute o fortemente stravolte dallo stereotipo.

Si inizia mercoledì 21 ottobre 2020, alle ore 18.00, con “Le strade del mare”.

Un aspetto poco noto nella storia del Giappone è lo sviluppo delle sue rotte navali, che invece ebbero ruolo fondamentale per il suo sviluppo: dal continente asiatico infatti arrivarono in Giappone tutti i fondamenti della sua cultura, che, una volta sviluppati internamente, assunsero caratteristiche proprie e autentiche.
I giapponesi sono sempre stati quindi un popolo di mare: monaci studiosi e coraggiosi mercanti aprirono le “strade del mare” ai commerci e alla cultura.
Uno sguardo particolare verrà posto sui pirati che fiorirono nei mari del Giappone di pari passo con lo sviluppo della marineria.
Il mare dunque ha servito i giapponesi in molti modi: come una via commerciale, ma anche come una via di conquista.
D’altra parte, è servito anche da barriera per proteggerli dalle incursioni di più potenti popoli della terraferma. E a volte si è rivelato un ostacolo invalicabile ai disegni imperialistici degli stessi giapponesi.
Un nuovo punto di vista quindi per conoscere la storia e la cultura del Giappone.

 

Seguiranno:

Mercoledì 11 novembre 2020

Le strade nell’arte – pittura

Mercoledì 18 novembre 2020

Le strade nell’arte – letteratura

Mercoledì 3 dicembre 2020

Le strade del cibo

 

La prenotazione è obbligatoria, scrivendo all’e-mail giovanna.coen57@gmail.com, entro il lunedì 19 ottobre 2020.

Comment(0)