VOCI_NOSTRE_3Grande successo sabato scorso al Teatro cittadino di Umago per la 42.ma edizione del Festival della canzone per l’infanzia “Voci Nostre”.
L’edizione di quest’anno è stata vinta da Lana Maria Bernetič e Matej Koljesnikov della CI di Pirano. La canzone vincente è “Rock n’roll del telefonino”. Il “Premio Simpatia” è stato assegnato a Noemi Basiaco che esibitasi con la canzone “Il carnevale”, che si aggiudica il terzo posto. Il secondo premio è stato conferito a Tea Batrnek, che ha cantato “Finalmente sabato!”.
A esibirsi sono stati 18 minicantanti in rappresentanza di 12 Comunità degli Italiani della Croazia e della Slovenia. Pubblico e partecipanti hanno avuto modo di sentire brani scritti da 12 autori, tra compositori e parolieri e complessivamente 18 “voci” nuove, molte delle quali in duetto. Il programma è stato presentato dalle brillanti Bruna Alessio, voce storica di Radio Capodistria e Rosanna Bubola, poliedrica attrice del Dramma Italiano di Fiume, con la partecipazione di Stefano Hering. Ma la serata è iniziata con le spigliatissime Majorette di Umago, che hanno introdotto a passo di danza i Minicantanti e il coretto, accompagnandoli sul palco. Ad esibirsi sono stati i bambini delle Comunità di Zara, Momiano, Dignano, Isola, Matterada, Fasana, Verteneglio, Pola, Umago, Castelvenere, Visinada e Pirano.
A rompere il ghiaccio sono state Anastasia Zara Ivoš e Maddalena Bukarica della CI di Zara le quali hanno interpretato insieme, accompagnate dalla maestra Maja Tolić, “Giacomino e la maestra”, scritta da Alessandro Bigarelli.
Dirette da Dolores Barnabà, sono seguite Iris Kljajić e Ilari Cindrić di Momiano, con la canzone “La gatta Gigì” di Arcangelo Svettini. Ester Radolović di Dignano ha presentato il brano “È la storia vera”, di Liliana Manzin e Ines Mokorić, sotto la guida di Ines Mokorić. Nicola Štule di Isola, istruito dal maestro Enzo Hrovatin ha cantato “Vorrei vedere”, scritta da Valmer Cusma e musicata da Gianni Signorelli. È stata poi la volta di Noemi Basiaco di Matterada, che ha presentato il brano “Il carnevale” di Vesna Jugovac Pavlović, sotto la guida di Katia Sterle Pincin. Lorna Anna Novak della CI di Fasana ha cantato “Diventare grande”, accompagnata dalla maestra Silvana Scabozzi. Testo della canzone è di Claudia Valente-Novak, mentre la musica è di Mauro Giorgi. È seguito un momento magico durante il quale a divertire il vasto pubblico è stato il mago Stefano dimostrando di essere un vero professionista. Dopo questo piacevole intermezzo, sono rientrati in scena i Minicantanti e la gara è proseguita con Tea Betrnek della CI di Verteneglio, che si è esibita con “Finalmente sabato!” di Ana Čuić Tanković e Nikola Tanković, sotto la guida di Dionea Sirotić.
Il sodalizio di Pola è stato rappresentato dal simpatico duo formato da Marta Ninković e Ilhan Šehić, i quali assieme all’insegnante Ana Čuić Tanković, hanno rallegrato il pubblico con il brano “Fantasticherie” scritto dalla loro maestra.
Non è potuta mancare, ovviamente, la CI “Fulvio Tomizza” di Umago in rappresentanza della quale hanno cantato quest’anno Carlotta Coronica e Lana Gaborov, guidate da Maura Miloš, che si sono esibite con “La rana Melody”, di Maura Miloš, Dajana Krastić e Silvano Kalagac. Nina Brčić, di Castelvenere, ha cantato una canzone molto “attuale” e cioè “Ballando con le… stelle”, scritta e guidata da Ileana Pavletić Perosa. Ana Vedriš e Valentina Baldini della CI di Visinada hanno interpretato “Tutto quel che si sa”, brano scritto da Renato Bassanese e musicato da Davide Circota. Ad accompagnarli la maestra Dolores Barnabà. Ultimi a esibirsi sono stati i Minicantanti della CI di Pirano, Lana Maria Bernetič e Matej Koljesnikov, che hanno concluso la gara con la canzone di Alessandro Bigarelli, “Rock n’roll del telefonino”, guidati da Dolores Barnabà.
Durante il ritiro delle giurie, le presentatrici hanno invitato sul palco Stefano Hering, che ha interpretato alcune canzoni, tra cui le applauditissime “Vita mia”, “Domenica”, “I did it my way”. La giuria composta dai cinque esperti: Tiziana Dabović, caporedattrice della rivista per ragazzi “Arcobaleno” e Lucia Malner, insegnante di musica e collaboratrice del Centro studi di musica classica “Luigi Dallapiccola”, entrambe di Fiume, Gianfranco Stancich, insegnante di clarinetto e sassofono, collaboratore di diverse orchestre, oggi educatore del Giardino d’infanzia “Delfino blu” di Capodistria, il triestino Fulvio Colombin, coordinatore e docente del CSMC “Luigi Dallapiccola” e Franca Moscarda, hanno assegnato il primo, secondo e terzo premio.
La “Giuria Simpatia”, formata dai ragazzi delle Comunità partecipanti ha assegnato l’omonimo premio. Membri di questa giuria sono stati Vanessa Božić, Erika Puž, Lara Radolović, Mark Feder, Lea Legac, Myriam Scabozzi, Matilde Barnabà, Laura Dalle Nogare, Reneè Angela Saliov, Ivana Brčić, Veronika Baldini e Anna Klarica.
Prima del verdetto, ai presenti si è rivolto il presidente dell’Unione Italiana, Furio Radin, che ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile questo avvenimento. L’onorevole ha accennato, inoltre, che l’anno prossimo, alla 43esima edizione del Festival, saranno invitati anche i “vecchi esecutori”, cioè tutti coloro che hanno partecipato alle prime edizioni. Maurizio Tremul, presidente della Giunta Esecutiva dell’UI ha voluto sottolineare che i bambini sono il nostro futuro ed è a essi che un giorno consegneremo la nostra Comunità Nazionale Italiana. La serata musicale è stata realizzata dall’Unione Italiana, grazie al contributo finanziario del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana e del Consiglio per le minoranze della Repubblica di Croazia.

Kristina Blecich

«Voci nostre», trionfa il duetto della CI di Pirano
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)