UPTTRIESTE | A conclusione del mandato quinquennale dell’odierna dirigenza dell’UPT, si preannuncia un periodo elettorale che inizia da oggi per concludersi a fine marzo. Primo atto nell’impegno del Comitato incaricato, le iscrizioni dei soci con diritto di voto che si concludono oggi alle ore 12. Hanno diritto di eleggere ed essere eletti tutti i cittadini italiani iscritti all’ente, anche quelli provenienti dalle nostre Comunità. Al momento alle liste dei soci UPT sono iscritte circa 1.600 persone. Questi i termini resi noti ieri durante la conferenza stampa presieduta dal presidente del Comitato elettorale, Fabrizio Somma, affiancato da Martina Pompei e Alessandro Rossit (componenti suppletivi: Enrico Gobi, Susanna Isernia. Paolo Zanettin, presidente del seggio elettorale. Membri del seggio, Giuliana Sanzin e Fabiana Toffetti).

Si voterà il 18, 19 e 20 febbraio presso la scuola media Divisione Julia di Viale XX Settembre a Trieste, nei pomeriggi dalle ore 15.30 alle 18.45 per le liste che saranno consegnate entro il 2 febbraio. Per agevolare la consegna delle candidature il 2 febbraio gli uffici di p.zza Ponterosso rimarranno aperti domenica dalle 12 alle 14. Aperte le buste, verificati i contenuti, sanate le eventuali irregolarità, ci si appresterà al voto. Il Consiglio d’amministrazione dell’UPT è composto da tredici componenti, di cui quattro eletti dall’assemblea dei soci, gli altri sono di nomina istituzionale. Novità di queste elezioni 2014, la possibilità di usufruire della web radio e del sito Internet dell’UPT per una campagna equa, alla portata di tutti, con la pubblicazione del programma elettorale, il profilo del candidato e la messa in onda di interviste con i candidati realizzate in sede con la proposta di sei domande mirate, uguali per tutti, che il Comitato si appresta a formulare. Non soltanto, dati e programmi verranno pubblicizzati anche attraverso la pagina facebook dell’ente.
Dopo il voto, si procederà allo spoglio presso la sede UPT. I neoeletti si insedieranno il 7 marzo, e verrà eletto il nuovo presidente che comincerà ad operare entro un mese dall’elezione, così come previsto dallo Statuto.
Ma non è solo la tecnologia a caratterizzare l’edizione elettorale di quest’anno; questa avviene infatti nel periodo in cui l’UPT si appresta a festeggiare due importanti ricorrenze: il 115.esimo di vita dell’Ente morale triestino ed il 50.esimo di collaborazione con l’Unione Italiana. L’Ente nasceva più di un secolo fa con il compito di “spargere” cultura in città. Suoi presidenti furono personaggi illustri, che all’inizio avevano un ruolo di mera rappresentanza, solo col tempo questa carica onorifica divenne anche operativa. Cinquant’anni fa, la svolta: UI e UPT firmarono un protocollo di collaborazione che avrebbe dovuto saldare la minoranza alla Madre Patria, attraverso iniziative di carattere culturale. La prima iniziativa si svolse a Dignano con la presentazione del volume di Pietro Stancovich sugli Uomini illustri dell’Istria. Promotori dei primi incontri furono Antonio Borme e Giuseppe Rossi Sabatini affiancato da Luciano Rossit, che seguirà per decenni l’evoluzione di una collaborazione determinante per lo sviluppo della minoranza. Un testimone che passa al rinnovato Consiglio d’amministrazione in un momento di crisi generale che incide anche sul rapporto tra la minoranza ed il governo italiano per tramite dell’UPT ed impone al Consiglio d’amministrazione maggiore impegno nel vigilare i contenuti dei programmi e relativi finanziamenti.
“La speranza – ha affermato Somma, anche vicepresidente UPT – è che si possa ben operare pure nel prossimo quinquennio”. Speranza condivisa da tutti, all’interno e fuori dall’ente.

Rosanna Turcinovich Giuricin

da “La Voce del Popolo” di Fiume

UPT, si respira aria di elezioni
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)