Presentazione alla stampa eccezionalmente vivace per il nuovo sito e la neonata webradio dell’Università Popolare di Trieste, Ente Morale dal 1899.
“Sono passati 3 anni – ha precisato il Presidente Silvio Delbello, accompagnato dal Consigliere Ferdinando Parlato – da quando c’è la nostra amministrazione: abbiamo aggiornato l’organizzazione interna di strutture e procedure in quanto collaboriamo con il Ministero Affari Esteri. Operiamo in svariati campi in provincia di Trieste e in Slovenia e Croazia. In città la nostra attività si svolge soprattutto attraverso corsi d’insegnamento in varie materie, sempre aggiornati e altamente graditi, quest’anno più di mille i fruitori. A ciò si aggiunge l’incarico per conto del Ministero e con l’Unione Italiana, in stretta collaborazione con le oltre 50 Comunità Italiane in Slovenia e Croazia, per mantenere l’uso e la conoscenza della nostra lingua e cultura”.
Una struttura composta da 12 persone, esclusi i dirigenti temporanei, la cui opera “che svolgiamo per conto dell’Italia tutta, è molto spesso ignorata. Perciò – ha aggiunto Delbello – abbiamo deciso di puntare sulla comunicazione attraverso mezzi tradizionali e ora soprattutto con tecnologie moderne. Come il nostro sito in continuo aggiornamento e, in tale ambito, una radio telematica, sicuramente molto utile”.
Sono quindi intervenuti il giornalista, produttore e conduttore Graziano D’Andrea, Direttore Artistico della neonata ClubradioUPT, e Andrea Venturi, webmaster del sito ufficiale dell’UpT e collaboratore dell’emittente, che ha evidenziato le sezioni del sito, online da un paio di giorni, sui corsi, premi, concorsi, novità, eventi e notizie in tempo reale dal Friuli Venezia Giulia.
“Dall’esperienza del sito d’informazione regionale Clubradio.it – ha spiegato D’Andrea – abbiamo dato vita alla realizzazione del sito dell’UpT (www.unipoptrieste.it) , dal quale è possibile ascoltare la radio, chiamata appunto ClubradioUPT. Il progetto radio nasce dopo un anno e mezzo di programmazione del magazine Unipopnews, appuntamento settimanale che conduco con Susanna Isernia dell’UpT e Paolo Agostinelli di Radioattività, proponendo ai radioascoltatori, in modulazione di frequenza, i temi più importanti della settimana riguardanti l’Ente”.
Notevoli i coup de théâtre che nel corso della conferenza hanno entusiasmato l’affollatissimo parterre grazie all’attore e regista Giorgio Amodeo, interprete di una sapida rievocazione della storica trasmissione radio “El campanon”, di cui webradio UpT e Radioattività offriranno una riedizione dal prossimo marzo; e a Radolfo Vitale, collaboratore della webradio, che con la sua Orchestra ha interpretato un omaggio a Luttazzi e agli emigranti.

Marianna Accerboni

Università Popolare nella rete: lifting al sito e una web radio
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)