Si è svolta giovedì, nell’Aula Magna della Scuola elementare Dardi dell’Istituto Comprensivo Divisione Julia di Trieste, alla presenza di un folto pubblico, la manifestazione di chiusura del 67.mo anno scolastico della Scuola di Lingue Straniere dell’Università Popolare di Trieste.
In questa occasione il Presidente dell’Ente triestino, Silvo Delbello, ha consegnato i 3 viaggi premio agli allievi, fra i più meritevoli dei corsi di inglese, francese e croato, previsti nelle rispettive capitali e 20 buoni libro di euro 40,00. All’appuntamento hanno partecipato l’Assessore all’Educazione del Comune Antonella Grim e l’Assessore alle Politiche del Lavoro della Provincia di Trieste Adele Pino, assieme ai Consiglieri dell’Ente Ferdinando Parlato e Luisella Tenente.
L’Università Popolare di Trieste, fondata nel 1899, ha contribuito in più di un secolo di attività alla formazione culturale dei cittadini, offrendo senza limiti di età e di competenze, uno strumento accessibile a tutti per accrescere le proprie conoscenze, rispondendo inoltre al mutare delle esigenze nel corso di tanti decenni.
Le lezioni sono state sostenute dalla preziosa collaborazione organizzativa della prof.ssa Cinzia Scheriani, Direttore Scolastico dell’Istituto Comprensivo Divisione Julia, sede dei corsi.
Assieme ad una novantina di corsi di lingue straniere (inglese, francese, tedesco, spagnolo, sloveno, croato, russo, cinese, giapponese, arabo e latino e greco antico), modulati in varie tipologie, con orari e frequenze diverse, sono stati proposti corsi diversi, fra cui dizione, scrittura creativa, disegno, fotografia, storia dell’arte, feng shui, scienza degli alimenti e cultura enologica.
L’Università Popolare ha attivato inoltre, corsi di ginnastica, taichi e taglio e cucito per adulti, assieme a corsi di teatro, disegno e scrittura creativa, musica (individuali e collettivi) e minibasket per i ragazzi, organizzati presso le scuole in periferia e nella provincia di Trieste.
Si concluderanno a fine maggio, con una mostra finale, le lezioni della storica Scuola Libera dell’Acquaforte, fondata nel 1960 da Carlo Sbisà. L’obiettivo della Scuola, ora diretta dal prof. Franco Vecchiet, è l’insegnamento delle tecniche dell’incisione, con particolare riguardo all’acquaforte e alle tecniche calcografiche complementari. Ma il fine ultimo che la Scuola si propone, è anche quello di diffondere la conoscenza della stampa d’arte nel suo insieme. Il programma dei corsi è aperto anche alle esperienze più recenti, nel rispetto dell’importanza delle tecniche classiche dell’incisione. Il laboratorio inaugurato nel 2008 in Viale XX Settembre 59, è stato rinnovato nell’arredo l’anno seguente, e reso più funzionale ed accogliente sul modello dei moderni, anche se molto più grandi laboratori di incisione esistenti nel mondo. Il nuovo spazio ha permesso alla scuola di seguire un programma più articolato e di passare agevolmente alle tecniche incisorie più diverse, che si sono imposte sulla scena della stampa d’arte contemporanea.
Numerose novità per il prossimo anno scolastico sono all’attenzione della Direzione dell’Ente, fra cui la ripresa dei corsi di lingue per i ragazzi delle scuole elementari e medie. Le iscrizioni si svolgeranno come di consueto nel mese di settembre. Tutte le iniziative dell’Ente sono consultabili sul sito: www.unipoptrieste.it.

Università Popolare, chiusura con premi
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)