CdA 042IChiudere un ciclo e riaprirne un altro all’insegna del radicale cambiamento di un sodalizio che può contare su 115 anni di vita associativa. Questo è in sintesi l’obiettivo con cui la lista vincitrice dell’ultima tornata elettorale, che si è imposta alle urne su quella del presidente uscente Silvio Delbello, cerca di avviare una nuova fase nell’attività dell’ente. Un ente che dovrà trovare gli strumenti per parlare e farsi ascoltare dalla cittadinanza e dare delle risposte al bisogno di innovazione che da tempo i soci reclamano. E’ quanto hanno ribadito ieri Manuele Braico, Massimiliano Rovati, Micaela Silva Drioli e Renzo Grigolon in un colloquio con la stampa.

Non appena gli organi amministrativi saranno formalizzati – dicono -, inizierà la messa in pratica del programma più volte espresso, nelle varie sedi, durante l’iter elettorale: portare l’Università Popolare di Trieste, con il suo potenziale di sapere, tra la gente, tra i giovani che ignorano quello che ha vissuto il nostro confine nel secolo passato. Un punto di riferimento culturale, di formazione attiva aperta a tutti. Nuove proposte formative affiancheranno i corsi tradizionali, che già da anni sono peculiari dell’Università Popolare.

Arti visive, teatro, approccio alle nuove tecnologie e soprattutto l’apertura, in tempi brevi, di un’emeroteca dove poter consultare tutta la pubblicistica di riferimento sull’Istria, Quarnero e Dalmazia. Una biblioteca sul medesimo argomento sarà a disposizione dei soci e di quanti sono interessati a queste tematiche. Conferenze, dibattiti di argomento culturale e altri eventi troveranno casa in questo stabile che vuole sperimentare e dare opportunità a quanti vivono e operano nel territorio. Un questionario diretto ai soci valuterà i bisogni e un bollettino cartaceo, distribuito in tutti gli ambiti cittadini, fungerà da propagatore delle attività che man mano si svilupperanno. Insomma un vero polo aggregativo per la città e per il suo territorio di elezione.

Francesco Cenetiempo

da “La Voce del Popolo” di Fiume

Un'emeroteca sulle nostre terre
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)