9ROVIGNO | “Il violino è la mia anima”: con queste parole il Gruppo Strumentale Lumen Harmonicum di Trieste ha aperto la farsa semiseria storico-musicale “Lo Stradivario della Discordia” presentata giovedì sera, nella Sala maggiore della Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno. Lo spettacolo segue i trascorsi serenissimi dell’abate e musicista veneto Giuseppe Cervellini (Ceneda, 1745 – Cividale del Friuli, 1824). Cervellini è stato poeta d’occasione, teatrante, organista, violinista, maestro di cappella e precettore tra il Friuli, la Venezia Giulia e le città d’Oltralpe nel difficile periodo della caduta di Venezia sotto la furia napoleonica.
Dopo quasi trent’anni di vagabondaggio musicale per l’Europa, Cervellini cerca commissioni e sostegni economici per pubblicare le sue ultime composizioni musicali. In una locanda di un porto istriano incontra Valentino Mazzorana, ricco notabile accecato dalla passione per i libri antichi e proprietario di un prezioso Stradivario appartenuto a Giuseppe Tartini. Cervellini offre in cambio del violino un libro di arcana teoria musicale per il violino, ma tra i due scoppia una annosa lite tra equivoci e inganni.
Ad interpretare l’intraprendente musicista dall’indole tormentata è stato un’eccellente Adriano Giraldi, accompagnato dalle bellissime musiche di Antonio Vivaldi, Giuseppe Tartini, Joseph Haydn, Ludwig van Beethoven, Gioachino Rossini e lo stesso Giuseppe Cervellini, interpretate dai brillanti musicisti Sinead Nava e Marco Favento ai violini e Massimo Favento, che firma anche i testi della rappresentazione, al violoncello.
Il Gruppo è riuscito perfettamente nell’intento di far immergere il numeroso pubblico di alunni della Scuola Elementare Italiana e di appassionati della musica e del buon teatro nel contesto storico e nel modo di vivere del Settecento.
L’evento è organizzato dalla Comunità degli Italiani di Rovigno con la collaborazione dell’Università Popolare di Trieste e l’Unione Italiana.

Cristina Golojka

Un viaggio musicale nel Settecento
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)