fiume_elezioni_1

Seggi elettorali, sedi di Comunità degli Italiani addobbate a festa per la cerimonia d’inaugurazione, incontri istituzionali, iniziative nuove ispirate dall’eccellenza raggiunta da esponenti della Comunità Nazionale Italiana, anniversari e tante nuove iniziative avviate… Questo e altro ancora lo troviamo iscritto nel bilancio dell’attività della nostra comunità nell’anno che sta per concludersi.

È stato un anno intenso questo 2014 apertosi all’insegna di un nuovo traguardo di quel programma volto a dotare ogni sodalizio di una sede adeguata. A gennaio, infatti, la Comunità degli Italiani di Draga di Moschiena entrava anche ufficialmente in Casa Betti. E quasi a voler chiudere il cerchio, anche l’ultimo grande evento ha visto un taglio del nastro. Questa volta a fare da padroni di casa sono stati i connazionali di Visinada, che ora possono operare in una splendida sede, inaugurata alla presenza del Capo dello Stato uscente, Ivo Josipović, che l’11 gennaio al ballottaggio si confronterà con Kolinda Grabar Kitarović.

Ma quello delle sedi CI è soltanto uno dei capitoli del grosso libro delle inaugurazioni. Non vanno scordate, infatti, nemmeno quelle che riguardano le istituzioni scolastiche. A Fiume l’edificio dell’ex Liceo è tornato a splendere in tutta la sua bellezza: sono stati completati anche i lavori nel cortile interno a negli spazi che ora ospitano la palestra, mentre la scuola elementare Gelsi ha una nuova biblioteca. A San Lorenzo Babici, invece, in una splendida pallazzina colorata ha trovato casa l’asilo “Do Re Mi”, sede periferica dell’istituto prescolare di Umago. A Buie per la cerimonia d’inaugurazione bisogna attendere ancora, ma con la posa della prima pietra è stato dato il via ai lavori di costruzione della palestra della Scuola elementare italiana. A Cittanova, invece, è stata fondata l’Accademia di tiro al piattello dell’UI, una realtà nata sulla scia di un successo dal luccichio dorato, quello della medaglia vinta alle Olimpiadi dal connazionale Giovanni Cernogoraz. A volere essere precisi l’elenco dovrebbe proseguire e comprendere ancora tanti passaggi realizzati in altrettanti progetti, iniziative o attività che la CNI realizza grazie al fondamentale contributo assicurato dal governo italiano, attraverso il finanziamento su Convenzione o nell’ambito della Collaborazione permanente UI-UPT, che quest’anno ha celebrato un anniversario importante: il cinquantesimo.

Si diceva in apertura di seggi elettorali, si pensava a quelli che nel mese di giugno hanno visto affluire i connazionali, che erano chiamati a votare per il rinnovo dell’Assemblea dell’UI e per eleggere il presidente dell’Unione Italiana e della Giunta esecutiva UI. Incarichi ai quali sono stati confermati Furio Radin e Maurizio Tremul. A presidente dell’Assemblea i consiglieri riunitisi in sessione a luglio a Verteneglio hanno eletto Roberto Palisca. E rimanendo in tema di elezioni va detto che queste hanno interessato anche l’UPT. Nel 2014 a presidente dell’Ente morale triestino fondato il 27 dicembre di 115 anni fa è stato eletto Fabrizio Somma. Al seggio specifico per la CNI al Parlamento di Lubiana è stato riconfermato invece Roberto Battelli.

Infine, va detto, nemmeno nel 2014 sono mancati gli incontri ad alto livello. Tra tutti ne citiamo due: quello con il ministro italiano della Salute, Beatrice Lorenzin. Considerate le origini istriane arrivare nella penisola e incontrare i connazionali a Pola e Rovigno è stato, per citarla, una grande emozione; e quello con il sottosegretario agli Esteri e alla Cooperazione internazioanale, Benedetto della Vedova, svoltosi ad Abbazia a margine dell’Invest Forum, che ha visto l’Italia nel ruolo di Paese partner. (chb)

da “La Voce del Popolo” di Fiume

Un anno di eventi CNI
0.00(0 votes)
Comment(0)