Fitto parterre di autorità politiche e istituzionali per quest’evento importante per tutta Torre: il presidente della Repubblica di Croazia, Ivo Josipović, l’ambasciatore d’Italia in Croazia, Emanuela D’Alessandro; il presidente della Regione Istriana, Valter Flego, i vicepresidenti Viviana Benussi e Giuseppina Rajko; il sindaco di Torre-Abrega, Nivio Stojnić, il vicesindaco Sanja Žužić; il presidente del Comitato di coordinamento per le iniziative in favore della CNI in Croazia e Slovenia, Francesco Saverio De Luigi; l’assessore della Regione FVG, Francesco Peroni; il Console generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani; diversi deputati parlamentari croati e, in rappresentanza del Sabor, Tanja Vrbat; il presidente dell’Unione Italiana, Furio Radin, il presidente della Giunta esecutiva dell’UI, Maurizio Tremul, il presidente dell’Assemblea dell’UI, Floriana Bassanese Radin; il presidente dell’Università Popolare di Trieste, Silvio Delbello – giunto insieme con il senatore Fulvio Camerini –, il direttore generale dell’UPT, Alessandro Rossit, il vicepresidente dell’ente, Fabrizio Somma. A fare da “padrone di casa”, il presidente della Comunità degli Italiani di Torre, Roberta Stojnić, coadiuvata dai numerosi ed efficienti attivisti e, non ultimi, i presidenti che l’hanno preceduta, Diego Babić e Gaetano Benčić. Da non dimenticare la presenza dei rappresentanti di tante Comunità degli Italiani, amici dall’Istria e dal Quarnero che si sono stretti in un abbraccio fraterno con i connazionali di Torre, nonché di altre istituzioni della CNI (come l’EDIT di Fiume e il Centro di Ricerche storiche di Rovigno) e di associazioni giuliano-dalmate a Trieste (tra cui il Circolo di cultura istroveneta “Istria” e l’Irci).

Tante autorità e amici
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)