Dalla Voce del popolo del 20/11/2012

CAPODISTRIA – Il sottosegretario agli Esteri della Repubblica Italiana, Staffan de Mistura, che ha preso parte al Convegno di studi “Le minoranze nazionali nella nuova Europa”, organizzato dall’Unione Italiana, ha ribadito l’appoggio alla Comunità Nazionale Italiana di Slovenia e Croazia. Proprio il recente ripristino della Legge che assicura i finanziamenti per le minoranze e gli esuli è un chiaro segnale di ciò, anche se darebbe più sicurezza se divenisse sistemica e duratura. “Intanto ci sono tre anni. È stato duro, difficile, ma era indispensabile”, ha rilevato de Mistura riguardo all’impegno per riportare la situazione alla normalità. “Nell’iter abbiamo anche trovato ampio sostegno, a dimostrazione che la minoranza italiana in Slovenia e Croazia ha moltissimi alleati consapevoli di ciò che essa ha sofferto e di cui ha bisogno”.
FIERO DI ESSERE ITALIANO A detta del sottosegretario, in questo difficile momento economico il ministero degli Esteri ha fatto un grosso sacrificio, “però ne valeva la pena, e io sono fiero che lo abbia fatto e sono fiero di essere italiano”. Ogni crisi può essere un’opportunità, così quella attuale è l’opportunità per le minoranze di aiutare sia l’Italia sia la Slovenia a fare progetti comuni in ambito europeo. “L’Europa non è debole. L’Europa ha un problema finanziario, ma può anche sfruttare questo momento difficile portando le varie comunità e i vari membri comunitari a lavorare assieme”, è come de Mistura vede l’attuale situazione. Nella medesima chiave di lettura il convegno stesso, che ha trattato la strada della collaborazione tra le due minoranze (italiana in Slovenia e slovena in Italia) come pure con gli esuli. “Così ad esempio è stato importante il Concerto di Trieste, cui hanno partecipato i tre presidenti di Italia, Slovenia e Croazia, dove è stato sostenuto che il passato non deve influire sulla collaborazione futura”, ha osservato ancora il sottosegretario, ribadendo la convinzione “che entrambe le minoranze siano oramai mature per questo genere di collaborazione”.
VISITA Prima di prendere parte al Convegno, in mattinata, il sottosegretario si è recato in visita al ginnasio italiano “Gian Rinaldo Carli” per un veloce incontro con gli studenti. Staffan de Mistura è stato ricevuto dal nutrito gruppo di personalità, successivamente presenti a Palazzo Pretorio, composto da Furio Radin, presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, presidente della Giunta esecutiva dell’UI, Rossella Franchini Sherifis, ambasciatore d’Italia in Slovenia, Maria Cristina Antonelli, console italiano a Capodistria, Alberto Scheriani, vicesindaco di Capodistria, Luisa Angelini, preside del ginnasio e Guido Križman, preside della scuola elementare “Pier Paolo Vergerio il Vecchio”. Due studentesse hanno esposto ai presenti una breve storia dell’istituto, che proprio nel 2012 festeggia i 400 anni dalla fondazione con attività ininterrotta. Prendendo la parola, l’ospite d’onore ha sottolineato l’importanza dello studio delle lingue nel mondo e nella società odierna – ricordando che da solo ne parla sette – e consigliando, a chi fosse indeciso sui propri studi, di concentrarsi sull’inglese (lingua che collega i popoli), magari optando per una combinazione con l’arabo, il russo o il cinese.
IL FUTURO “Voi rappresentate il futuro della Comunità Nazionale Italiana”, è stata l’essenza del suo messaggio ai ragazzi, “in una zona che per l’Italia rimarrà sempre storicamente fondamentale”. Inoltre, “come cittadini europei, nell’ambito di quelle che saranno le strade intraprese, costuituirete un importante tassello dell’italianità in Slovenia e in Europa”. E sempre in merito alla componente italiana, ha rilevato da un lato le radici – fatto storico, di fierezza e d’identificazione – e dall’altro la convinzione che si tratti di un capitale da usare nel lavoro. In questo contesto ha aggiunto: “Sappiate che l’Italia è con voi, e che voi siete per noi una risorsa. Per noi questo è diventato pure un fatto di principio”, riferendosi anche al rischioso taglio evitato di recente, con il ripristino dei fondi destinati alla CNI e agli esuli.

Jana Belcijan

Staffan de Mistura: «Sappiate che l’Italia è con voi»
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)