PolaHa esordito con un benvenuto e tanti incoraggiamenti, alla presenza dei rappresentanti dell’Unione Italiana (Norma Zani), dell’Università Popolare di Trieste (Silvio Delbello, Alessandro Rossit), della Casa editrice EDIT (Tiziana Dabović, Liliana Venucci), nonché della preside della “Dante Alighieri”, Debora Radolović, la 42.esima edizione della gara di lingua italiana per gli alunni delle elementari, rispettivamente la 13.esima competizione per gli allievi delle medie superiori italiane della Comunità nazionale italiana in Istria e a Fiume.

Ospitata dalla SMSI di Pola, nella categoria dei liceali vi hanno preso parte 32 liceali e 42 alunni delle ultime classi delle elementari. Non facili – per non dire esigenti – i temi. La redazione di “Arcobaleno”, curatrice della gara a livello d’istruzione elementare, ha assegnato i seguenti titoli: “Tra fantasmi, luoghi paurosi”, “Fenomeno del teppismo e bullismo” e “Alcolismo giovanile”.
Piuttosto impegnativi e molto attuali gli argomenti previsti per le SMSI: “Traccia il profilo di una donna eroica conosciuta nella vita, nella lettura di un racconto o vista in un film. Scrivi quali sono le caratteristiche che ti hanno colpito e quali sentimenti ha suscitato in te”; “Il femminicidio è il nuovo nome di un fenomeno in crescita: quello della violenza sulle donne. Rifletti su questo tema analizzando i limiti culturali e gli stereotipi sociali che portano un uomo a usare violenza contro una donna. Secondo te quali sono le azioni da intraprendere per arginare questo fenomeno?”; “Riferisci su uno dei focolai di guerra che conosci meglio nel mondo e prendine spunto per esporre le tue riflessioni sul senso della guerra e sulla necessità di perseguire un’ideale di pace”; “Considera il motto dell’Unione Europea ‘Unita nella diversità’ e riferisci su un episodio che ti ha visto coinvolto insieme a un coetaneo per alcuni aspetti diverso. Scrivi di lui/lei, soffermandoti sui sentimenti che hai provato in questa esperienza e proponendo dei modelli di comportamento positivi ed esemplari”; “Considera la seguente affermazione ed esponi le tue idee nella forma da te ritenuta più adatta. “Immagino che qualcuno potrebbe dire: ‘Perché non mi lasciate da solo? Non voglio far parte della vostra Internet, della vostra civiltà tecnologica o della vostra società in rete! Voglio solo vivere la mia vita!”. Bene, se questa è la vostra posizione ho delle brutte notizie per voi. Se non vi occuparete delle reti, in ogni caso saranno le reti ad occuparsi di voi. Se avete intenzione di vivere nella società, in quest’epoca e in questo posto, dovrete fare i conti con la società in rete. Perché viviviamo nella Galassia Internet”.

Rivolgendosi ai partecipanti, un invito a essere ambasciatori di un patrimonio inestimabile e a mantenere salde le radici della nostra lingua e cultura è stato trasmesso da Silvio Delbello, presidente dell’UPT, che si è complimentato per l’incontro, risultato dell’attività esercitata con merito ed intelligenza da organizzatori e insegnanti spinti dall’aspirazione di conservare la conoscenza della lingua italiana. Il caporedattore di “Arcobaleno”, Tiziana Dabović, ha sollecitato i ragazzi di liberare dalle pastoie il loro estro creativo, mentre Norma Zani, vicepresidente della Giunta esecutiva dell’UI, nonché responsabile del Settore Educazione e Istruzione, ha rivolto loro il seguente messaggio: “Battetevi anche voi per dare voce alle vostre convinzioni”. Prima di dare lo start alla “corsa” di scrittura, un encomiabile programma artistico-culturale è stato offerto dalla scolaresca della “Dante”: protagonisti Roberto Bernazza (tromba), Adriana Pavichievaz, Noemi Delbianco e Petra Vejnović (schetch), Sebastian Horvat (pianoforte) e Tomislav Vojvodić (tenore).

Arletta Fonio Grubiša

Specchio dell’attualità
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)