ROVIGNO – Lo scorso mercoledì il presidente e il direttore generale dell’Università Popolare di Trieste, Silvio Delbello e Alessandro Rossit, hanno visitato il cantiere della scuola elementare italiana “Bernardo Benussi”, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione dell’edificio scolastico finanziati nell’ambito della collaborazione UI-UPT.

SODDISFAZIONE I vertici dell’Ente morale triestino hanno dichiarato di essere soddisfatti dell’attuale andamento dei lavori, che sono iniziati il 2 maggio scorso e che stanno rispettando la tabella di marcia, che prevede la consegna dell’edificio in data 22 settembre prossimo. Nella visita al cantiere, Silvio Delbello e Alessandro Rossit sono stati accompagnati da Robert Mavrić, responsabile della supervisione dei lavori a nome della società “R&R” di Rovigno e da Lara Flegar, direttore del cantiere a nome della società Vladimir Gortan di Pisino, che ha vinto la gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori della ristrutturazione. L’investimento di quasi 6 milioni di kune prevede il riassetto completo del tetto dell’edificio e la sostituzione di tutti gli infissi. Inoltre, la biblioteca verrà riportata alla sua posizione originaria al pianterreno dell’edifico e sarà ampliata di 30 metri quadri; la scuola sarà dotata anche di un’aula multimediale, che sostituirà il vecchio spogliatoio del primo piano. Saranno sostituiti anche i pavimenti e i servizi igienici e la scuola riceverà una nuova cablatura informatica. Mavrić ha spiegato che si è già iniziato a sostituire le finestre in legno delle aule del pianterreno e che sono state rimosse tutte le tegole del tetto e i vecchi pavimenti. Si sono appena conclusi anche i lavori edili grezzi per i due nuovi ambienti previsti dal progetto. Nei prossimi giorni verrà risanato il tetto e posizionato del materiale isolante per migliore l’efficienza energetica dell’edificio.

UN OTTIMO LAVORO Alla fine della visita del cantiere, i dirigenti dell’UPT si sono complimentati con i due ingegneri per l’ottimo lavoro finora svolto e sono state concordate delle piccole modifiche al progetto, dovute ai normali imprevisti che possono scaturire durante questo tipo d’interventi. La visita a Rovigno è continuata presso l’adiacente Giardino d‘infanzia italiano “Naridola”, che è stato ristrutturato e ampliato tre anni fa grazie ai fondi UI-UPT, dove c’è stato un incontro con la direttrice Susanna Godena.

Sandro Petruz

Sopralluogo dei vertici dell’UPT, al cantiere della «Bernardo Benussi»
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)