saggioTempo di esami, saggi finali, concerti di fine anno scolastico in cui mostrare quanto è stato fatto in un anno d’intensa attività al Centro Studi di Musica Classica “Luigi Dallapiccola”, Sezione polese. Tutti gli allievi delle classi di chitarra classica, pianoforte, violino e flauto si sono dati appuntamento e si sono esibiti con successo al banco di prova che è il Saggio finale, alla presenza di un folto pubblico di genitori, parenti e amici, sotto l’occhio vigile dei loro insegnanti, i proff. Tatiana Šverko, Samanta Stell, Nataša Goranović-Ranković, Ivan Štekar e Orietta Šverko, nonchè del Direttore Didattico, prof. Fulvio Colombin, che ha pure porto il saluto ufficiale dei due Enti promotori di questa importante attività, l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste.
La soddisfazione per quanto raggiunto è tangibile nella risolutezza delle manine dei più piccoli sulla chitarra, sul violino, sul flauto e sul pianoforte. I frequentatori del Centro hanno dato il meglio di sé, con il sorriso e l’entusiasmo che li caratterizza; i più esperti e maturi “giovani musicisti”, già provati interpreti di pagine impegnative, hanno fatto un vero exploit e sono l’esempio da seguire nell’attività interessante e fascinosa del giovane musicista.
Un saggio alquanto lungo, ma molto gratificante in quanto ha dimostrato non solo la preparazione degli allievi, ma anche la loro crescita musicale: un bel risultato che impegna a proseguire sulla strada del percorso didattico individualizzato sempre più preciso e personalizzato, evidenziando le competenze e le capacità di ciascun giovane interprete-musicista.
Anche la Presidente dell’Assemblea della Comunità degli Italiani, Tamara Brussich, ha rivolto ai giovani musicisti parole di saluto ed encomio per questa attività che porta in Comunità una cinquantina di allievi, “perchè la musica è pane per l’anima”.
Dopo un breve escursus su quanto fatto quest’anno del Coordinatore Didattico della Sezione, dal Concerto di beneficenza per l’Associazione dei non vedenti, al Concerto all’Istituto italiano di cultura a Zagabria su invito dell’Ambasciata italiana in Croazia, ai Saggi di Natale ed in Maschera, ad altri Concerti di beneficenza e nelle varie Comunità di provenienza dei ragazzi, tutti gli allievi, chi in formazione da camera ed in orchestrina di flauti, e chi come solista, si sono susseguiti sul palcoscenico della Sala maggiore della Comunità degli Italiani, dimostrando musicalità e sicurezza.
Per un ulteriore perfezionamento quest’estate, da parte degli Enti promotori Unione Italiana e Università Popolare di Trieste, verranno messe a disposizione otto borse studio per frequentare le Masterclass internazionali di “Arena international”. (oš)

Saggio di fine anno, musicalità e sicurezza
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)