Succede al compianto Manuele Braico, nel segno della continuità del dialogo tra esuli e rimasti.

Renzo Codarin è il nuovo Vicepresidente dell’Università Popolare di Trieste: lo ha eletto all’unanimità, su proposta del Consiglio di Amministrazione, il Consiglio Direttivo dell’Ente, convocati in sedute straordinarie a fronte della recente scomparsa di Manuele Braico, alla cui memoria è stato osservato un minuto di silenzio in apertura del CdA.

“Una nomina nel segno della continuità e nel ricordo di un amico vero – afferma il Presidente dell’Università Popolare di Trieste, Fabrizio Somma – per portare avanti, fino alla conclusione del mandato, il dialogo tra esuli e rimasti come lo avevamo fin qui condotto con Manuele Braico, in piena condivisione con Renzo Codarin, delegato in CdA della Federesuli. Un dialogo costruito da relazioni personali prima che istituzionali e fondato sull’amicizia – sottolinea Somma – grazie al quale oggi possiamo dire che fra le comunità italiane che vivono nei Paesi della ex Jugoslavia e quelle degli esuli vi è sintonia e comunità d’intenti”.

“Nell’accettare la nomina a Vicepresidente – afferma il Cav. Renzo Codarin, che è anche Presidente Nazionale Associazione Venezia Giulia Dalmazia e membro dell’esecutivo della Federesuli – ho da subito espresso il mio desiderio di portare avanti il grande lavoro fatto da Manuele Braico per la difesa, su entrambe le sponde dell’Adriatico, della nostra storia, della nostra cultura e lingua, dei nostri valori”.

La nomina del Vicepresidente Renzo Codarin – tra l’altro componente del Cda dell’Ente fin dal 1997 – consente all’Università Popolare di Trieste di poter operare con la piena operatività, in vista della ripresa delle attività istituzionali e formative a settembre.

Renzo Codarin nominato all’unanimità Vicepresidente dell’Università Popolare di Trieste
0.00(0 votes)

Post by webmaster

Comment(0)