“Vivere come fiori” al Teatro dei Fabbri

Dall’informale allo spazialismo, dal neo-dadaismo all’arte concettuale, cinetica, programmata, povera, sino al minimalismo e alle espressioni artistiche ...