museoSi terrà oggi alle 18.30 al Museo di via Torino 8, presente il sindaco Roberto Cosolini, l’intitolazione della sala al pianterreno alla memoria di Arturo Vigini, fondatore e primo presidente dell’Irci (Istituto regionale per la cultura istriano-fiumano-dalmata).

Vigini è stato una delle figure di riferimento della comunità istriana a Trieste. Nato nel 1926 a Collalto, frazione di Buie, Vigini arrivò a Trieste nel 1947. Componente del Cln dell’Istria ed esponente della Democrazia Cristiana, di cui fu vicesegretario provinciale, Vigini detenne poi varie cariche amministrative: consigliere ad assessore provinciale, assessore comunale, dal 1973 al 1988 consigliere regionale e anche assessore regionale al bilancio e programmazione. Particolarmente intenso l’impegno di Vigini per le iniziative di rappresentanza e di tutela degli esuli istriani e per la conservazione e la valorizzazione della loro identità culturale. Nel 1967 fu fra i fondatori dell’Associazione delle Comunità istriane, che guidò per oltre un decennio. Da consigliere regionale fu tra i promotori dell’Irci, l’Istituto regionale della cultura istriana fiumana e dalmata. Dal 1983 al 2002 fece parte del consiglio di amministrazione dell’Università Popolare di Trieste. Parteciò nel 1970 alla fondazione dell’Associazione Giuliani nel Mondo, del cui direttivo fu esponente.

Museo istriano. La sala intitolata ad Arturo Vigini
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)