Particolare interesse ha suscitato l’altra sera nella locale sede della Comunità degli Italiani di Lussinpiccolo, la conferenza tenuta con grande perizia da Massimo Seppi, sul tema “Le nuove frontiere della proiezione digitale al cinema”. Se ne è parlato attraverso una serie di argomenti correlati, per capire meglio l’argomento. Un concetto tecnico, in quanto la proiezione è in effetti l’ultimo gradino di una scala produttiva di cui noi vediamo soltanto il risultato. Non si può identificare un primo film digitale, ma si può dire che sia iniziato con la scoperta del computer e va differenziato dall’analogico. A suo tempo il cinema venne come forma d’arte assolutamente innovativa in quanto si distacca dal concetto di unicità dell’opera d’arte, essendo riproducibile. La sempre crescente utilizzazione del digitale ha notevolmente influenzato la realizzazione di alcune delle più importanti opere cinematografiche degli ultimi anni.
A Lussinpiccolo Seppi ha voluto proporre un fantastico film del 1902 “Le voyage dans la Lune” (Viaggio nella Luna), realizzato da Georges Melies, una parodia basata liberamente sul romanzo di Jules Verne, “Dalla Terra alla Luna”. Fu la prima opera di finzione cinematografica a conoscere un successo mondiale e ci fa capire come fin dagli albori della storia del cinema l’intento primario è stato quello di catturare il pubblico con immagini tanto spettacolari quanto realistiche. L’avvento del cinema digitale è stata una vera e propria rivoluzione, perchè dopo cent’anni di storia, il cinema ha abbandonato il suo elemento base e il suo simbolo: la pellicola. Sono stati tanti i momenti che hanno contribuito alla sua evoluzione: il sonoro, il colore, la computer grafica, invenzioni che hanno contribuito al miglioramento dell’idea dei fratelli Lumiere, rendendola sempre più affascinante, di generazione in generazione.
Massimo Seppi ha saputo accattivarsi veramente la simpatia del pubblico in sala, anche dopo aver esposto il procedimento cinematografico tridimensionale, noto anche come 3D o cinema stereoscopico.
L’evento è stato organizzato dalla Comunità degli Italiani di Lussinpiccolo, in collaborazione con l’Università Popolare di Trieste e l’Unione Italiana. (mlc)

Massimo Seppi, incontra il pubblico di Lussinpiccolo
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)