OLYMPUS DIGITAL CAMERAL’Università Popolare di Trieste e l’Istituto Comprensivo “Italo Svevo”, in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione, Scuola e Università e Ricerca del Comune di Trieste, hanno promosso un ciclo di conferenze, in cui sono stati trattati argomenti che riguardavano in particolare il mondo della scuola. Le conversazioni, sono divenute occasione di confronto, aggiornamento e riflessione per i partecipanti.
Il primo incontro, di estrema attualità, ha tracciato il profilo della figura dell’educatore, con Irene Alessi e Micaela Silva. Una sfida irrinunciabile per la scuola e per la famiglia, chiamate a crescere le nuove generazioni.
Giovanni Ambrosini e Micaela Silva, hanno trattato gli episodi di bullismo nelle scuole, che preoccupano ma soprattutto impegnano gli insegnanti.
“ Il cinema come strumento educativo” è stato il tema del prof. Tullio Piras, con la proiezione del cortometraggio “La clandestina”, diretto dai registi Andrea Andolina e Valentina Burolo, prodotto dalla Bobo e i suoi Amici e dalla Scuola Media “Italo Svevo” e vincitore nel 2012 del primo premio “Fiaba onlus” indetto dal Ministero Istruzione Università e Ricerca (Miur).
Sono seguite, le conferenze su “Il romanzo poliziesco”, a cura di Irene Alessi e Laila Centazzo, e “La canzone italiana nella storia” proposta da Micaela Silva e Raffaele Sinkovic, con ascolto di melodie dall’Inno d’Italia ai moderni cantautori.
Non sono mancati temi legati al territorio. Irene Alessi e Laila Centazzo, hanno trattato il tema de “Il Porto Vecchio di Trieste”, sito importantissimo per la nostra città e poco conosciuto, con la presentazione del cortometraggio “Grazie Italo” dedicato a Italo Svevo, Edward Lloyd e Pasquale Revoltella. Micaela Silva ha presentato “I caffè e i salotti letterari a Trieste”, luoghi stimolanti per dibattiti letterari e politici.
Raffaele Sinkovic, ha concluso il ciclo con alcuni dei più toccanti passi de “I lirici greci. La poesia che parla all’anima ancora oggi”.

Inoltre, grazie alla collaborazione tra i due Istituti, sarà realizzato il progetto teatrale “Iliade XXIV”: la messa in scena di un pezzo classico, darà risalto alla cultura umanistica e sarà incentivo ai suoi studi, proporrà una chiave di lettura diversa da quella scolastica, più seducente ed accattivante non soltanto per gli alunni protagonisti di quest’esperienza, ma anche per tutti i ragazzi delle altre scuole cittadine che vorranno assistere all’evento.

Per l’Università Popolare di Trieste, un momento importante che testimonia la sua presenza nel mondo scolastico e la costante collaborazione con le istituzioni del territorio.

L'Iliade in scena all'Università Popolare
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)