LUBIANA_06

LUBIANA | Nell’ambito delle celebrazioni della Festa della Repubblica italiana, nel Museo civico di Lubiana è stata inaugurata ieri la mostra “Orizzonte sull’acqua: sulla via dell’EXPO Milano 2015”. L’allestimento comprende la videoinstallazione “Liquidreamscape” del duo artistico Moio&Sivelli. L’evento è stato organizzato dall’Università Popolare di Trieste insieme all’Ambasciata d’Italia in Slovenia e all’Istituto Italiano di cultura di Lubiana, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri italiano e il patrocinio dell’EXPO Milano 2015.

Il percorso espositivo è curato da Chiara Pirozzi e, come spiegato nella presentazione dell’allestimento, vuole rinsaldare i temi proposti dall’esposizione universale di Milano. L’EXPO, infatti, è un evento che coinvolge, nei suoi significati materiali e immateriali, tutto il mondo e che sottolinea in modo netto l’essenzialità di questioni come la nutrizione, l’energia, l’ecosostenibilità, il rispetto delle specificità locali e la salvaguardia dell’ambiente come sorgente di vita per le future generazioni.
“All’interno dell’ampio raggio delle tematiche proposte all’EXPO, gli artisti Moio&Sivelli sono stati invitati a realizzare una videoinstallazione inedita, creata appositamente per il Museo civico di Lubiana, indagando il tema dell’acqua, sia nelle sue espressioni più estetiche e naturali, sia nel suo essere fonte indispensabile di nutrimento, di energia e, dunque, di vita. Attraverso la videoinstallazione ‘Liquidreamscape’ è possibile giungere a un racconto di movimento di paesaggi liquidi, visioni multiple e al contempo affini nella rappresentazione di momenti e azioni tangibili legate al ciclo della vita, all’esistenza, alla produzione, alla forza energetica e vitale esistente nella nostra quotidianità solo grazie all’utilizzo dell’acqua”, si legge ancora nella presentazione della mostra.
La ricerca del duo artistico Moio&Sivelli si sviluppa armonicamente attraverso diversi media: dai video alla fotografia, dalle tele alle sculture/istallazioni. Le relazioni umane e le emozioni che da esse possono scaturire rappresentano la base delle indagini dei due artisti.
Nel suo discorso di circostanza, l’ambasciatore d’Italia in Slovenia, Rossella Franchini Sherifis, ha osservato che, finalmente, la ripresa economica è arrivata in Italia e in Slovenia. Ha fatto riferimento, inoltre, alla mostra universale di Milano, EXPO 2015, che – a detta dell’ambasciatore – ha registrato nel primo mese un’ottima affluenza di pubblico.
“Quest’edizione dell’EXPO è incentrata sul cibo quale necessità principale umana, ma anche come una funzione di cultura e di pace”, ha dichiarato Rossella Franchini Sherifis, precisando che i messaggi di base di quest’EXPO sono l’inclusività e la cooperazione. “Il popolo italiano e sloveno sono noti per la loro gastronomia e per l’ospitalità, per cui siamo lieti di poter offrire qui oggi il meglio dei prodotti alimentari dell’Emilia-Romagna e del Friuli-Venezia-Giulia”. Ritornando ai rapporti tra l’Italia e la Slovenia, l’ambasciatore ha sottolineato l’assoluta fiducia tra le forze armate dei due Paesi, la loro ottima collaborazione in campo politico ed economico.
Ai presenti si è in seguito rivolto il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, il quale ha puntualizzato che le celebrazioni della Festa della Repubblica italiana sono anche un modo per consolidare l’amicizia tra l’Emilia-Romagna e la Slovenia in vista dei programmi che verranno attuati nell’ambito dell’Euroregione Adriatico-Ionica.
“Al centro di questa celebrazione ci sono anche l’EXPO a Milano e il tema del cibo. L’Emilia-Romagna si è resa protagonista nel settore della sicurezza degli alimenti, una dimensione d’importanza strategica negli anni a venire. Questa Regione, infatti, è quella che nel 2014 ha registrato la maggior crescita nel settore alimentare”, ha concluso il presidente Bonaccini. Alla cerimonia hanno presenziato anche l’assessore alla Cultura, Sport e Solidarietà della Regione Friuli Venezia Giulia, Gianni Torrenti, il console generale d’Italia a Capodistria, Iva Palmieri, e consorte, il funzionario vicario della sede consolare, Antonella Casaletti, il presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, nonché il presidente e il direttore generale dell’UPT, Fabrizio Somma e Alessandro Rossit. Ma tantissimi erano i convenuti, tra i quali molti connazionali.
Al termine della cerimonia, gli ospiti hanno potuto degustare le delizie enogastronomiche delle due regioni italiane.

Helena Labus Bačić

da “La Voce del Popolo” di Fiume

La rassegna milanese specchio dell’Italia
0.00(0 votes)
Comment(0)