Ha preso il via sabato 28 giugno la visita di tre giorni dei vertici UPT rappresentati dal Presidente Fabrizio Somma e dal Direttore Generale Alessandro Rossit, unitamente al parlamentare PD On. Ettore Rosato, alle Comunità degli Italiani di Dalmazia e Montenegro.
Dopo la chiusura del Consolato d’Italia a Spalato, la presenza di Rosato rappresenta una dimostrazione di vicinanza e un riconoscimento di considerazione e rispetto con i quali le istituzioni italiane guardano al lavoro che viene svolto dall’Unione Italiana e dall’Università Popolare di Trieste per la difesa e la conservazione dell’identità, della memoria, della lingua e della cultura italiane, con lo sguardo rivolto alle nuove generazioni.
Nella giornata di sabato, Rosato, Somma e Rossit hanno incontrato la presidente della CI zaratina, Rina Villani, che ha illustrato agli ospiti l’attività del sodalizio. La delegazione ha successivamente avuto modo di visitare l’asilo italiano “Pinocchio”, struttura inaugurata nell’ottobre dello scorso anno, primo asilo privato della CNI in Croazia, oltre che prima scuola materna italiana a Zara dopo il 1953. A Spalato – nella giornata di domenica – gli onori di casa sono stati rivolti dalla presidente della CI, Giovanna Asara Svalina e dal rappresentante della minoranza italiana presso la Regione di Spalato e della Dalmazia, Mladen Čulić Dalbello. Le prime impressioni raccolte sull’iniziativa congiunta tra UPT, UI e rappresentante del Parlamento, con meta finale il Montenegro, sono estremamente positive: “Una bella esperienza – dichiara Rosato – Zara e Spalato sono due CI molto vivaci, che rivelano una grande capacità per quanto riguarda la conservazione delle radici e dell’identità. Sono anche molto attente a trasmettere storia e identità ai giovani. La CI di Zara, inoltre, ha instaurato buone relazioni con le autorità locali e ciò ci rende felici in quanto essere italiani in Dalmazia è diverso, per tanti aspetti molto più difficile, che in Istria”. “Ci è sembrata una bella cosa, in occasione di un soggiorno più lungo, fermarci a visitare i connazionali delle CI più a sud – rileva Fabrizio Somma, presidente dell’UPT – per rappresentare insieme con l’On. Rosato l’attenzione del governo italiano e dell’UPT nei loro confronti. E’ stato particolarmente emozionante tornare nell’asilo italiano di Zara, dopo aver partecipato, un anno fa, alla cerimonia della sua inaugurazione e vedere che è vivo e opera nel migliore dei modi, per i nostri bambini”.
Il viaggio farà oggi tappa in Montenegro, dove è previsto un incontro con l’Ambasciatore italiano a Podgorica, Vincenzo Del Monaco. L’Università Popolare nell’occasione avrà inoltre modo di concordare gli aspetti tecnici e logistici della mostra di Jannis Kounellis, che avrà luogo a Cattaro per conto del Governo Italiano, con un’esposizione che verrà allestita nell’ambito dei grandi eventi culturali che l’Unione Italiana e l’UPT sostengono in sinergia con il Ministero degli Affari Esteri, le Ambasciate d’Italia e i Consolati Generali. A tale riguardo, il ministro plenipotenziario Francesco Saverio De Luigi ha sottolineato, in sede di Comitato di Coordinamento per le attività in favore della minoranza italiana in Slovenia e Croazia, che l’iniziativa punta a inserirsi in un programma di valorizzazione del ruolo storico dell’Italia e della minoranza italiana nell’area adriatica. Curatore dell’evento, sarà il critico d’arte Ludovico Pratesi.

Massimiliano Rovati
Responsabile Comunicazione UPT

Visita in Dalmazia e Montenegro On. Rosato e vertici UPT
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)