trio_kanonVenerdì 12 luglio, alle ore 21, presso la chiesa di San Francesco di Rovigno, si terrà il concerto del Trio Kanon (Lena Yokoyama al violino, Alessandro Copia al violoncello e Diego Maccagnola al pianoforte), per la Rassegna di Giovani Talenti. L’evento è organizzato dall’Università Popolare di Trieste, dall’Unione Italiana e dalla Comunità degli Italiani della Città di Rovigno, in collaborazione con l’International Chamber Music Academy di Duino, il Conservatorio di Musica “G. Tartini” e la Famiglia Marizza, con il contributo del Ministero degli Affari Estero italiano.

In programma, il Trio per violino, violoncello e pianoforte op. 100 n. 2 D 929 di Franz Schubert, nella versione integrale, e il Trio per violino, violoncello e pianoforte op. 8 n. 1 di Johannes Brahms, nella versione del 1889.

Lena Yokoyama, nata ad Osaka (Giappone) nel 1987, ha iniziato gli studi di violino nella sua città sotto la guida di suo padre Kango Yokoyama e li ha continuati con Reiko Shimizu, la madre, poi con Nandor Szederkenyi, ex spalla della Century Orchestra di Osaka. Ha compiuto gli studi fondamentali musicali sotto la guida di Kazuteru Uesugi. Trasferitasi in Italia nel 2006, nel febbraio 2011 si è diplomata in violino col massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Claudio Monteverdi” di Cremona, sotto la guida di Laura Gorna. Si è perfezionata presso l’Accademia Chigiana di Siena con Salvatore Accardo e in musica da camera con Alexander Lonquich. Dal 2011 frequenta la classe di Salvatore Accardo presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Walter Stauffer di Cremona e, dal 2012, la Scuola Internazionale del Trio di Trieste presso la classe del Trio di Parma.
Ha tenuto recital solistici e cameristici in diversi teatri, italiani ed esteri, tra cui il Teatro Ponchielli, la Sala San Domenico e il Teatro Filodrammatici (Cremona), il Teatro San Domenico di Crema, la Loggia del Palazzo Municipale di Salò (Estate Musicale del Garda), la Sala degli Specchi di Palazzo Chigi Saracini (Siena), l’Auditorium Gaber di Milano per La Società dei Concerti.
Nell’ottobre 2007 ha suonato nella Sala Stradivari presso l’impianto di Cremona Fiere in occasione della manifestazione Mondomusica, salone internazionale degli strumenti ad arco.
Ha collaborato con il trio di Reiko Shimizu per due concerti nel palazzo “Daici” di Osaka in occasione dell’Italian Festival 2009 e nel 2011 si è esibita con successo in un recital violino e pianoforte presso la Maple Hall di Mino (Giappone).
Suona regolarmente nell’Orchestra da Camera Italiana (OCI), fondata e diretta da Salvatore Accardo.
Ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali, tra i quali il secondo premio nel concorso nazionale “Giulio Rospigliosi”, categoria Musica d’insieme, in duo con il pianista Diego Maccagnola (marzo 2007), il secondo premio al concorso internazionale A.GI.MUS di Arezzo (maggio 2009) e il primo premio al concorso internazionale “Premio Crescendo” di Firenze nella categoria solistica (maggio 2010).

Suona un violino J. C. Gigli del 1752.

Alessandro Copia, ha iniziato i suoi studi musicali all’età di quattro anni, presso il Suzuki Talent Center di Torino. Diplomato in violoncello presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino si è perfezionato a Lugano con Robert Cohen, ottenendo nel 2010 il Master of Arts in Music Performance. Nel 2009 ha ottenuto il diploma accademico di Santa Cecilia in Musica d’Insieme ed attualmente si sta perfezionando con Robert Cohen a Lugano e con R. Filippini presso l’Accademia “W. Stauffer” di Cremona.
Sostenuto da borse di studio da Fondazione Crt di Torino e la “Williamson Foundation for Music” California USA è vincitore di numerosi premi tra cui il primo premio al concorso “Città di Giussano”, al concorso internazionale “Isole Borromee” ed al concorso internazionale “Pontinvrea”; nel 2005 riceve il primo premio al concorso “Dino Caravita” ricevendo anche il premio Caravita quale miglior violoncellista.
Impegnato in un’intensa attività concertistica ha suonato a Roma, Milano, Mulhouse (FR), Haverhill (GB), Venezia, Trieste, Udine, Lugano (CH), Torino per l’Associazione “Dino Ciani” con particolare attenzione per la musica da camera collaborando con artisti quali L. Marzadori, M. Montore, F. Dego, B. Giuranna e S. Accardo suonando per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, l’Accademia “W. Stauffer” di Cremona, l’European String Teacher Association, il “Rome Chamber Music Festival” e l’Agimus di Roma.
Recentemente ha suonato come violoncello solista con l’Orchestra giovanile Aloisiana, con l’orchestra d’archi del Conservatorio G. Verdi di Torino a Mulhouse (Francia), con L’Orchestra Universitaria del Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano e con l’orchestra “F. J. Haydn” di Legnano.
Collabora con l’orchestra Filarmonica di Torino, l’orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e con la Royal Liverpool Philarmonic Orchestra; dal 2009 ricopre il ruolo di primo violoncello presso l’Orchestra da camera Fondazione Crt di Torino suonando sotto la direzione di P. Berman, R. Muti e R. Chailly.
Dal 2012 è membro del Trio Kanon.

Suona un violoncello N.Carletti del 1977.

Diego Maccagnola, ha iniziato lo studio del pianoforte presso l’Istituto Musicale “Monteverdi” di Cremona. Allievo di Maria Grazia Bellocchio presso l’Istituto Musicale “G. Donizetti” di Bergamo, ha conseguito sotto la sua guida il Diploma in Pianoforte col massimo dei voti e il Diploma accademico di II livello in Discipline Musicali con lode, ricevendo per due volte il prestigioso premio «G. Simone Mayr», seguito da recital in Sala Piatti.
Ha seguito Master class di pianoforte con docenti di fama internazionale quali Massimiliano Damerini, Sergei Dorensky, Paolo Bordoni e Benedetto Lupo.
Si è perfezionato in Musica da Camera all’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma con Rocco Filippini e presso l’Accademia Chigiana di Siena con Alexander Lonquich.
Ha studiato Contrappunto e Direzione di coro con Antonio Greco, Polifonia Rinascimentale con Diego Fratelli e clavicembalo con Emilia Fadini.
Premiato in numerosi concorsi nazionali (tra cui Rospigliosi, Premio Schumann, Terzo Musica), si è esibito come solista o in formazioni da camera in importanti Rassegne e Festival italiani e stranieri e in sale concertistiche quali il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Comunale di Ferrara, la Sala Alfredo Piatti a Bergamo, il Palazzo Reale di Portici, l’Auditorium Parco della Musica di Roma, l’Auditorium Gaber del Grattacielo Pirelli (Milano), il “Théatre entre des Bords de Marne” e “Jean Vilar-Vitry sur Seine” di Parigi, il Théatre du Merlan Scène Nationale di Marsiglia, il Théatre Balsamine di Bruxelles, il Théatre Pole Sud di Strasburgo e la Maple Hall di Osaka (Giappone).
Dal 2003 al 2008 ha collaborato con il coreografo e danzatore fiorentino Virgilio Sieni, con il quale ha portato in tournèe in Italia e all’estero due tra le sue più importanti opere coreografiche, “Solo Goldberg improvisation” e “Sonate Bach”, eseguendo con successo di pubblico e di critica le Variazioni Goldberg e le Sonaten für Viola da Gamba und Klavier di J.S.Bach.
Dedica particolare attenzione alla musica del novecento: ha partecipato all’esecuzione dell’integrale dell’opera pianistica di Gyorgy Ligeti nel 2003, 2006 e 2007 ed è pianista nell’Ensemble 2 agosto, gruppo specializzato nell’esecuzione del repertorio contemporaneo, che ha debuttato nella stagione 2009 inaugurando una duplice collaborazione con il violista Christophe Desjardins e lo scrittore Marcello Fois.
Ha collaborato come Maestro del Coro con il Circuito Lirico Lombardo in diverse produzioni operistiche dal 2007 al 2012.
Dal 1998 è cantore nelle produzioni del Coro Costanzo Porta di Cremona, diretto da Antonio Greco e docente nell’omonima Scuola di Canto Corale finanziata dalla Fondazione W. Stauffer.
È pianista accompagnatore per le classi di strumento presso il Conservatorio G. Verdi di Milano e il Conservatorio G. Verdi di Como e docente di Pianoforte presso l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Donizetti” di Bergamo.
Dal 2012 è membro del Trio Kanon, con cui si sta perfezionando presso la Scuola Internazionale del Trio di Trieste sotto la guida del Trio di Parma.

Il Trio Kanon, alla Rassegna di Giovani Talenti
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)