Grazie Italia per il tuo grande aiuto materiale anche in questi tempi di crisi. Così si potrebbe riassumere il discorso del Sindaco Giovanni Sponza, pronunciato alla seduta solenne del Consiglio municipale nella ricorrenza della giornata della città che coincide con la festa della patrona Santa Eufemia. Sponza ha ricordato lo stanziamento di 991.000 euro nel 2009 a favore dell’ampliamento e ristrutturazione dell’Istituto prescolare “Naridola”. Poi ha continuato il Sindaco, altri 785.000 euro sono giunti da Roma per il tramite dell’Unione Italiana e dell’Università Popolare di Trieste, per la ricostruzione della Scuola elementare italiana “Bernardo Benussi”. Nei tempi di crisi che ci troviamo ad attraversare ha spiegato Sponza, tali contributi dal Belpaese assumono un valore ancora più grande.
Alla cerimonia è intervenuto anche il Presidente della Regione Istria Ivan Jakovcic. Una parte del suo discorso ha riguardato i rapporti con l’Italia e con le regioni italiane. l’Italia ha fatto molto per la Croazia nei momenti bui, è stata sempre convinta sostenitrice della sua entrata nell’Unione Europea ha detto, e sono convinto che ci sarà molto vicina anche in futuro.
Tra gli altri interventi, quello dell’ex Presidente della Repubblica Stipe Mesic che 10 anni fa aveva toccato con mano il frutto di un grosso stanziamento di Roma a favore dell’edilizia scolastica a Pola. Per la precisione assieme all’allora Capo di Stato italiano Carlo Azeglio Ciampi aveva inaugurato il nuovo edificio della Scuola Media Superiore Italiana “Dante Alighieri”. A Rovigno Mesic ha voluto parlare delle prospettive europee della Croazia.
Nel rispetto della tradizione, la festa di Santa Eufemia si articola in tre giornate e comprende contenuti che spaziano dalla cultura allo sport, dalla fede alla musica. E come sempre a fare la parte del leone sono gli attivisti della locale Comunità degli Italiani. (p.r.)

Il Sindaco di Rovigno ringrazia l'Italia per i contributi
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)