OLYMPUS DIGITAL CAMERAROVIGNO | Gran finale della Rassegna di giovani talenti venerdì sera nella Chiesa di San Francesco con il concerto della violinista Sofia Gelsomini e del pianista Alberto Tessarotto. Il duo ha aperto la serata con la celeberrima “Sonata n. 9 in la maggiore op. 47” di Beethoven, composta nel 1803 e dedicata al celebre violinista francese Rodolph Kreutzer. Quest’opera di ampio respiro è nota soprattutto perchè, grazie alla scrittura virtuosistica in stile quasi concertistico, supera il genere cameristico apportando una sostanziale innovazione alla Sonata per violino. Con grazia, sentimento e passione interpretativa, i due giovani e incredibilmente bravi musicisti hanno trasportato il pubblico attraverso le strutture armoniche raffinate della “Sonata in la maggiore n. 1 per violino e pianoforte, op. 13” di Gabriel Fauré, uno dei capolavori giovanili dell’autore e una composizione nella quale un senso delle proporzioni e di piacevolezza si unisce a una inventiva eccentrica in cui Fauré gioca con richiami al pianismo di Schumann. Sofia Gelsomini si è diplomata all’età di 16 anni con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale “O. Vecchi-Tonelli” di Modena, sotto la guida del Maestro Ivan Rabaglia. Ha seguito Masterclass e corsi di perfezionamento internazionali con prestigiosi insegnanti ed è vincitrice di numerosi e prestigiosi primi premi in importanti concorsi nazionali e internazionali. Ha già tenuto numerosi recital solistici in varie città italiane, presentando un ricco repertorio (Mozart, Vivaldi, Prokofiev, Franck, Vieuxtemps, Mendellshon, Beethoven, Bach, Paganini, Ravel, Vitali, Luigi Dallapiccola, E. Ysaye, Shostakovich). Suona un Pacherelle del 1780.
Alberto Tessarotto, pianista veneto diciottenne, si è diplomato a 14 anni col massimo dei voti al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia. Ha studiato e si è perfezionato con i maestri S. Perticaroli, A. Speranza, A. Ciccolini, G. Lovato, J. Zaharieva, A. Leimonì, N. Troull, J. Jacobson, E. Turissini. E’ vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali. Nel 2010 ha vinto a Castrocaro Terme la Rassegna dei migliori diplomati dei Conservatori d’Italia e la registrazione di un CD prodotto e distribuito dalla rivista “Suonare News”. Pianista più giovane tra tutti i partecipanti, si è esibito al Teatro La Fenice di Venezia, aggiudicandosi il terzo premio al prestigioso concorso Premio Venezia, con grande consenso di pubblico, borse di studio e la medaglia del Presidente della Repubblica. Ha iniziato a esibirsi in pubblico all’età di 5 anni e, appena undicenne, ha tenuto il suo primo recital.
La Rassegna di giovani talenti è un evento organizzato dall’Università Popolare di Trieste, dall’Unione Italiana e dalla Comunità degli Italiani di Rovigno, in collaborazione con l’International Chamber Music Academy di Duino, il Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste e la Famiglia Marizza, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri italiano.

Cristina Golojka

Il duo Gelsomini-Tessarotto, alla Rassegna di giovani talenti
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)