392-madottoSi è tenuta, nella sala conferenze dell’Associazione delle Comunità Istriane, la presentazione del filmato “La Grande Guerra, lettere da Trieste a Budapest 1915-1918”, di Fulvio Madotto tratto dall’omonimo libro dello stesso autore, con la rievocazione del primo conflitto mondiale costruita sulle immagini cinematografiche dell’epoca e non solo.

 Il filmato si sviluppa nel segno di una “lettura scenica” che abbina gli avvenimenti bellici, testimoniati da preziosi spezzoni di pellicole del cinema muto, con la lettura delle lettere che Giuseppe Bonetti scriveva in quegli anni al figlio Mario, trasferito come ufficiale della riserva a Budapest, alla direzione di uno dei settori del Cantiere Navale Triestino di Monfalcone, riallestito nella capitale magiara al riparo dal fronte italiano.

 I Bonetti, originari di Buie d’Istria, furono protagonisti nel primo novecento a Trieste soprattutto nel campo dell’edilizia, costruendo il Palazzo della RAS e altri prestigiosi edifici del periodo Liberty.

 Tra i filmati storici, figurano il varo della corazzata Viribus Unitis, le battaglie sul Carso e sul Piave, l’arrivo del cacciatorpediniere Audace al molo San Carlo, la folla in Piazza Grande nel giorno dell’unione di Trieste all’Italia.

Testi e letture sono di Stelio Lutmann; il montaggio di Silvano Princig; voce narrante Sergio Rebelli; presentazione di Lorenzo Rovis.

 La proiezione del filmato è stata preceduta dall’esibizione del Coro Alpino “Nino Baldi” dell’Associazione Nazionale Alpini di Trieste – sezione Guido Corsi, con brani musicali della Grande Guerra.

Grande Guerra, lettere da Trieste a Budapest
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)