foibe

Dalle cerimonie alla foiba di Basovizza alle mostre realizzate con il contributo delle scuole, fino alle conferenze dedicate a figure simbolo della storia di Trieste come il vescovo Antonio Santin. È ricco il calendario delle iniziative legate alle celebrazioni del Giorno del Ricordo, in programma il 10 febbraio. Il programma stilato dal Comune verrà presentato ufficialmente domani in Municipio. E proprio domani prenderanno il via anche le iniziative organizzate dall’Associazione delle Comunità Istriane. Il primo appuntamento è fissato alle 17 nella sede di via Belpoggio 29/1, dove si leggeranno le “Poesie del Ricordo” dei cantori di Cherso, Lussino e di Neresine. Seguirà una premiazione.

«L’Associazione delle Comunità Istriane – sottolinea il Presidente Manuele Braico ­– ha proposto delle iniziative che, attraverso un approccio culturale, consentano di ricordare cosa abbia significato l’esodo, in modo da coinvolgere anche le nuove generazioni. Nel segno di quanto fatto da Simone Cristicchi con il suo “Magazzino 18” che, a 70 anni di distanza dall’esodo, ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica un dramma a molti sconosciuto con una rappresentazione storicamente corretta, equilibrata ed artisticamente coinvolgente».

Il programma curato dall’Associazione delle Comunità Istriane prevede anche l’allestimento di una mostra (inaugurazione il 7 febbraio, alle 11.30 nella Sala di via Torrebianca 22 dell’Università Popolare) delle opere realizzate dagli studenti delle scuole medie di Trieste, nell’ambito del concorso “Vivere la Storia”, curata anche da: Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Federazione degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati, Università Popolare di Trieste e Centro di Documentazione Multimediale.

Seguirà l’11 febbraio, nella sede di via Belpoggio 29/1, l’inaugurazione alle 17 della mostra storica “Storia dell’Esodo dal 1943 a Osimo”, curata dalla professoressa Nevia Gregorovich insieme all’Associazione delle Comunità Istriane e del Libero Comune di Pola in esilio.

Il programma proposto dall’Associazione delle Comunità Istriane si concluderà il 26 febbraio, alle 18, con una conferenza di monsignor Ettore Malnati dal titolo «“Monsignor Antonio Santin e l’impegno per i diritti umani».

Giorno del Ricordo, fioriscono le iniziative
4.00(1 vote)
Comment(0)