Si è rivelato un successo, sabato scorso al Teatro cittadino di Umago, l’attesissimo e sempre molto gradito appuntamento con il Festival della canzone per l’infanzia “Voci Nostre 2012”, che l’anno scorso aveva fatto tappa a Pola. Lo spettacolo è stato seguito da un numeroso pubblico formato da connazionali, parenti, amici e amanti della musica. Il programma, il cui intento è promuovere il talento dei cantanti in erba e il lavoro dei compositori e musicisti di nazionalità e madrelingua italiana attivi in Slovenia e Croazia, è stato presentato dalle brillanti Bruna Alessio, voce storica di Radio Capodistria e Rosanna Bubola, poliedrica attrice del Dramma Italiano di Fiume. Una volta spente le luci, è iniziato il vero “show”: le spigliatissime Majorette della Città di Umago hanno introdotto a passo di danza i Minicantanti e il coretto, accompagnandoli sul palco.

In gara quindici sodalizi

Ad esibirsi, ben 27 bambini in rappresentanza di 15 Comunità degli Italiani, precisamente quelle di Lussinpiccolo, Verteneglio, Visinada, Fiume, Pirano, Sissano, Albona, Valle, Pola, Isola, Capodistria, Buie, Rovigno, Dignano e Umago. Due le giurie: la prima formata dagli “esperti”, i quali hanno scelto i primi tre classificati, e la seconda, più… ufficiosa, che aveva l’arduo compito di assegnare il Premio Simpatia.

Bravura e simpatia

Il ghiaccio è stato rotto da Elena Picinić e Katarina Toić della CI di Lussinpiccolo, le quali hanno interpretato insieme, accompagnate dall’insegnante Antonella Picinić, “Il mandolino del nonno” scritta da Arcangelo Svettini. Dirette da Sabrina Stemberga Vidak, sono seguite Stella Orzan e Lara Kozlović di Verteneglio con “La zanzara Gina” di Gianni Signorelli e Valmer Cusma. Dal sodalizio di Visinada c’è stato il simpatico duo formato da Veronika Arman e Valentina Baldini le quali assieme all’insegnante Dolores Barnabà, hanno rallegrato il pubblico con il brano “Fateci scendere” di Bruno Krajcar e Valmer Cusma. Emili Margan di Fiume, seguita dal maestro Sanjin Sanković, ha cantato “Gino il topolino” scritta da Martina Sanković. È stata poi la volta dello scatenatissimo Matej Koljesnikov di Pirano, che ha presentato il brano “La mia chitarra rock” di Davide Circota e Renato Bassanese, sotto la guida di Dolores Barnabà. La coppia formata da Korina Višković e Paolo Dobran di Sissano, guidata da Ana Debeljuh, si è esibita con “Il nonno di mio nonno” di Franca Moscarda e Boris Brussich, mentre Petra Santro e Chiara Golja di Albona hanno cantato “La mia fantasia”, brano scritto da Paula Jurman e Marina Sironić. Ad accompagnarli, l’insegnante Sabrina Stemberga Vidak. Ultime ad esibirsi nel primo girone, Dorotea Cerin ed Erika Vošten, seguite da Romana Paretić della CI di Valle, le quali hanno presentato il brano “Il mare”, di Vesna Jugovac Pavlović.
È seguito un momento di danza durante il quale il sodalizio di Umago – che ha contribuito alla realizzazione del programma – ha presentato uno dei propri “punti forti”, il gruppo di ballo “Blue Dream” esibitosi con una coreografia in stile contemporaneo molto sensuale realizzata dall’insegnante Jelena Mrak. Dopo questo piacevole intermezzo, sono rientrati in scena i minicantanti e la gara è proseguita con la CI di Pola in rappresentanza della quale hanno cantato Fides Božac e Iman Šehić. La coppia, accompagnata dall’insegnante Ana Čuić Tanković, ha interpretato “Viva la musica” di Nikola Tanković e Ana Čuić Tanković. Sono seguiti Nikola Štule e Kristina Petrič della CI “Dante Alighieri” di Isola, accompagnati da Fiorenzo Dassena, con il pezzo “Un cucal per amico” di Amina Dudine. Dalla CI di Capodistria sono giunte con il maestro Edoardo Milani, Ela Cevjanović e Michelle Spogliarich, le quali hanno offerto “I grandi della terra siamo noi” scritta da Bruna Alessio Klemenc e Leonardo Klemenc. Il simpaticissimo Rocco Smoković di Buie ha cantato “Il cammello innamorato” di Edi e Jessica Acquavita, seguito dall’insegnante Dolores Barnabà, mentre la CI di Rovigno è stata rappresentata da Eni Del Cont e Aurora Mofardin con il brano “Ci unisce la musica” di Vlado Benussi. Le due piccole interpreti sono state dirette per l’occasione da Biba Benussi. Per il sodalizio dignanese si sono esibiti Chiara Bonassin ed Elisabetta Borghetti con il pezzo “Ridere sì,sì” di Paola Stremotić e Liliana Manzin, dirette dalla stessa Paola Stremotić.

Alta tensione

Non è potuta mancare, ovviamente, la CI “Fulvio Tomizza” di Umago, in rappresentanza della quale hanno cantato quest’anno le giovanissime Renee Angela Saliov e Anna Mesaroš. Hanno offerto il brano “Nel paese della bontà” di Silvano Kalagac, Maura Miloš e Dajana Krastić. Nell’edizione scorsa di Voci Nostre era stato proprio il sodalizio umaghese a vincere il “Premio Simpatia” assegnato alla coppia Renee Angela Saliov-Ines Sirotić, le quali avevano incantato pubblico e giuria con un pezzo… ecologico dal titolo “Intorno a noi”. Le due cantanti in erba sabato scorso sono state accompagnate dalle insegnanti Maura Miloš e Dajana Krastić.
Bruna Alessio e Rosanna Bubola, presentatrice la prima e Fata canterina la seconda, hanno avuto modo, nell’arco della serata, di presentare meglio i piccoli canterini ponendo loro anche domande… private. Chiacchierando hanno contribuito a rilassarli per farli esibire al meglio.
Durante il ritiro delle giurie, le presentatrici hanno invitato sul palco Piero Pocecco, noto cantante della CNI slovena, il quale ha presentato alcuni pezzi del suo ultimo cd “Nel nome dell’amore”, realizzato grazie al contributo di UI-UPT.

Trepida attesa per il verdetto

Prima del verdetto, ai presenti si è rivolto il presidente della Giunta Esecutiva dell’UI, Maurizio Tremul il quale ha voluto sottolineare che “pur vivendo un difficile momento di crisi in cui ci viene a più riprese chiesto di tagliare e ridurre le spese, sarebbe un grandissimo errore se i tagli riguardassero le attività dei nostri bambini perché sono loro il nostro futuro ed è ad essi che un giorno consegneremo la nostra Comunità Nazionale Italiana “.
Il festival Voci Nostre è stato realizzato dall’Unione Italiana con il contributo dell’Università Popolare di Trieste e del Consiglio per le minoranze della Repubblica di Croazia. Gli arrangiamenti delle canzoni sono stati curati da Lean Klemenc, mentre Vlado Benussi ha preparato il coretto.
La serata è proseguita alla Comunità degli Italiani di Umago con un rinfresco.

Serena Telloli Vežnaver

Festival «Voci Nostre» la bravura è di casa
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)