Centro StudiDIGNANO | Interessante e piacevolissimo il Saggio incrociato del CSMC “Luigi Dallapiccola” dell’Unione Italiana, tenutosi venerdì scorso a Palazzo dell’Orologio di Dignano: un’ennesima festa della musica con giovani musicisti che hanno dato prova del loro splendido lavoro, nonostante l’avvicendarsi delle generazioni, sia di allievi che d’insegnanti.
A porgere il saluto ai presenti è stato il direttore del Centro, prof. Fulvio Colombin, e a nome della CI di Dignano, il suo presidente Livio Belci. A condurre il Concerto è stata la prof. Tatiana Šverko, la quale ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa che coinvolge più di cento giovani che studiano musica in Istria ed a Fiume – nelle Sezioni di Verteneglio, Pola e Fiume -, da più di un ventennio, con notevoli risultati (a Verteneglio il CSMC opera dal 1986).
Al banco di prova, quindi, una nuova generazione di allievi con una grande passione in comune, la musica, che richiede costanza, applicazione, studio, abnegazione e talento, un lavoro certosino, ma tanto entusiasmante. A rompere ilghiaccio sono stati i ragazzi del Trio di flauti della prof. Samanta Stell, di Pola, Federica, Gabriel e Maristella, che hanno proposto “Aria”, di H. Purcell, con grande musicalità; poi, nella sala strapiena, si sono susseguiti i migliori allievi di ciascuna Sezione, dimostrando tutta la vitalità di questa iniziativa, con punti solistici e di musica da camera preparati dai Maestri Sabrina Stemberga Vidak e Anamarija Škara di pianoforte e Renato Schiavon di chitarra classica, per Verteneglio; Lucia Scrobogna Malner, Ingrid Piškulić e Ira Begović di pianoforte e Paola Radin di flauto, per Fiume, e Tatiana Šverko, Orietta Šverko di pianoforte, Nataša Goranović Ranković di violino, Samanta Stell di flauto e Ivan Štekar di chitarra, per Pola.

Verteneglio

Tra i tanti giovani della Sezione “M.Masoni”, di Verteneglio, si sono distinti Petra Grace Zoppolato e Daniel Labinjan che hanno interpretato con musicalità e virtuosismo “La finestra sul mare”, di G.Tortora, e “Le petit Negre”, di C. Debussy, la prima, e “Il cavaliere selvaggio”, di R. Schumann, e “Une larme” di M.P. Mussogsky il secondo. Molto graziosa l’esibizione dei cinque chitarristi del M.o Schiavon, Luca Laganis, Luka Radošević, Federica Glišić Rota, Raul Barnaba e Chiara Cigui.

Pola

Della Sezione di Pola, oltre al Trio di flauti in apertura, ha colpito con la sua irruente musicalità e uno straordinario gioco virtuosistico Marin Premate, un vero talento al violino, con i tre Preludi di G. Gershwin, dal sapore jazzistico, il “classico” A.Vivaldi, accompagnamento al pianoforte della prof. Tatiana Šverko; lo ha seguito a ruota la pianista Tina Rojnić con il “Valse da Concerto” op. 21, di Dora Pejačević, e una performance all’organo con “Invenzione a 2 voci n.4”, di J.S.Bach; infine i grintosi Marco Falsetti con “The Entertainer”, di Jopplin-Bastien, Giada Verk con “Tema, Preludio e Toccata del Capriccio n.24”, di N. Paganini, Massimo Piccinelli con “Battiamo le mani”, del Bastien; al loro esordio Giulia Timea Fioranti con “Ah Vous dirai-je, Maman”, di W.A.Mozart, e il giovane chitarrista Leonardo Piccinelli con “Adrianita” di J. Buscaglia.

Fiume

Della Sezione di Fiume si sono distinti i graziosissimi flauti traversi dell’Ensamble della prof. Radin, il pianoforte a quattro mani, Sergej Božiće-Jakov Sušanj con lo “Scherzo”, di A.Diabelli, Gabriel Merle e Lena Grketić con “Fra le rose”, di T.Rossomandi, Lisa e Damjan Ivančić con “Twinkle Twinkle Little Star”. Ai bravi pianisti in erba si è unita la freschezza dei flauti soli, accompagnati dalla Maestra Lucia Malner al pianoforte, con squisiti quadretti musicali interpretati da Tia Elena Fućak,Nikka Kertelj, Lorna Vukojević, Paola Malner e Gloria Cihal. E ancora tanti punti di pianoforte e flauto, per concludere assieme in bellezza un anno scolastico proficuo e interessante.
Infine un piccolo party nel Salone degli stemmi delle famiglie nobili dignanesi, e un cin-cin prima di risalire sugli autobus e il ritorno a casa, per l’ultimo sforzo, i concerti finali nelle sedi e non per ultimi gli esami di fine anno. Orietta Šverko

da “La Voce del Popolo” di Fiume

Foto di Alen Kalebić

Festa della musica con gli allievi del CSMC «L. Dallapiccola»
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)