PolaL’ottavo anno della rassegna “Appuntamento con la fantasia”, organizzato dal Settore Educazione e Istruzione della Giunta Esecutiva dell’Unione Italiana di Fiume nell’ambito della collaborazione ordinaria con l’Università Popolare di Trieste, è stato inaugurato ieri presso il Teatro di Isola.

“Il miglior modo per diffondere e promuovere la lingua e la cultura italiane nel mondo sono proprio le scuole italiane in Croazia e Slovenia, che sono anche aperte a tutti”, questo il pensiero di Maurizio Tremul, presidente della GE dell’UI, sul ruolo del mondo scolastico in seno all’universo minoritario, tanto più considerando l’impatto di manifestazioni come quella di questi giorni tra connazionali e non. La prima tappa degli incontri scenici degli alunni delle Scuole elementari della Comunità Nazionale Italiana si è avvalsa del supporto organizzativo dell’istituto elementare isolano “Dante Alighieri”, che oltre a coinvolgere diversi suoi alunni, ha invitato tra il pubblico anche alcune classi della locale elementare slovena “Vojka Šmuc”.

Un appuntamento all’insegna dell’allegria, dell’amicizia e del divertimento, animato da 155 giovani provenienti da nove SEI della Croazia. “Credo sia una delle manifestazioni più belle e indovinate del Settore Scuola, che coinvolge tutti i ragazzi delle elementari presenti sul territorio d’insediamento storico”, ha aggiunto Tremul, ringraziando pubblicamente la prof.ssa Norma Zani per aver ideato il progetto. “Il coinvolgimento va oltre allo spettacolo finale”, ha proseguito il presidente della GE, “con i ragazzi che lavorano alla propria rappresentazione per mesi, mettendoci entusiasmo, passione e impegno, a stretto contatto con gli insegnanti, in un’attività che tocca costantemente la cura della lingua”. Una botta d’energia che finisce per esplodere nel momento d’incontro sul palcoscenico, dove finalmente i ragazzi possono mostrare i frutti della loro preparazione. Si divertono i giovani in scena, tra costumi, musiche di sottofondo o canzoni da cantare, coreografie, scambi di battute e filastrocche, ma si divertono anche quelli in platea, ridendo agli inserti comici più o meno pianificati, oppure scandendo con gli applausi il ritmo di danze e melodie. Un mondo di fantasia forse ancora più vicino al pubblico, perché prende vita grazie a dei loro coetanei.

Divertimento e sogni quindi, tra la Terra, il Sole e gli altri pianeti, con le stelle e gli anelli di Saturno, oppure con una natura animata di alberi ballerini, che dialogano in rima con tanti degli abitanti dei boschi ed oltre. Gli sketch, di durata varia, sono stati aperti dalla SE “Galileo Galilei” di Umago, con “Gira la Terra, girando intorno al Sole”, seguita da “Favole in rima” della “Giuseppina Martinuzzi” di Pola. Proseguendo, il programma di sala ha proposto “Un alfabeto per la pace” della sezione periferica di Valle della “Bernardo Benussi”, la fiumana “Dolac” con “Ulì torna a casa”, la periferica di Sissano della polesana “Martinuzzi” e la recita “C’era una volta”, “Leon e i modi dire” dell’elementare “Bernardo Benussi” di Rovigno, “Piocchio xe in” della fiumana “Gelsi”, ancora una volta la polese “Martinuzzi” con la sezione periferica di Gallesano, che ha dato vita a “Lettera a Babbo Natale”, e in chiusura “Xiogi e Xiogatoli”, rappresentato dalla sezione periferica bassanese della “Galilei” di Umago.
La rassegna 2014 prosegue quest’oggi a Fiume, con protagonisti i più piccoli delle unità prescolari, poi mercoledì a Umago nuovamente con protagonisti gli alunni degli istituti elementari, mentre la conclusione di questo ciclo d’incontri avrà luogo giovedì a Pola, con l’esibizione dei bimbi degli asili.

Jana Belcija

da “La Voce del Popolo” di Fiume

Fantasia e divertimento in scena al Teatro di Isola
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)