ex temporeLa 26.esima edizione dell’Ex Tempore di pittura di Dignano, che ha visto partecipi ben 40 artisti provenienti dalla Croazia, dall’Italia e dalla Slovenia, si è conclusa, sabato scorso, con la premiazione dei lavori nella piazzetta di Forno Grande e l’apertura della mostra a Palazzo Bradamante. Come rilevato all’inizio della cerimonia, l’Ex Tempore di Dignano è una delle prime manifestazioni artistiche promosse dalla Comunità degli Italiani e dall’Ente turistico locali in collaborazione con l’Università Popolare di Trieste e l’Unione Italiana. La giuria che quest’anno ha valutato i lavori, scegliendo tra tutti quelli migliori, era composta da Enzo Santese (presidente), Bruno Paladin e Marino Baldini.

Nel suo discorso al pubblico, il presidente del sodalizio dignanese, Livio Belci, ha voluto salutare tutti i presenti, e ringraziare in modo particolare gli artisti e i vincitori, che, visto il grande caldo, “hanno veramente dovuto sudare sette camicie per realizzare i loro quadri”. La direttrice dell’Ente turistico, Morena Smoljan Makragić, ha invece voluto congratularsi con la CI per l’organizzazione, negli ultimi 26 anni, della competizione artistica, che attira sempre un grande numero di partecipanti a Dignano, divenuta ormai una “meta per molti artisti”.
È giunto poi il momento tanto atteso, quello della premiazione, alla quale hanno partecipato tutti i membri della giuria, nonché la direttrice dell’Ente turistico, lo sponsor dell’evento. La giuria ha assegnato il terzo premio (1.500 kune) a Sanja Pereša Macuka di Marzana, il secondo premio (2.500 kune) a Stela Cunjak, mentre il primo premio è andato al lavoro di Silvana Konjevoda di Fiume, che, secondo Santese “è un quadro dal quale emerge alla grande la qualità pittorica dell’artista”, che si è meritata pure un buono di 5.000 kune.
Sono poi stati assegnati altri tre premi. Così, il premio della Città di Dignano, che ha partecipato alla premiazione con 4.000 kune, è stato consegnato ad Adriana Šuran da parte della vicesindaco Rosanna Biasiol Babić; il premio dell’UPT (700 euro) è stato assegnato a Hari Vidović da parte del presidente della giuria Santese; mentre il premio dello sponsor Grawe, del valore di 3.500 kune è stato consegnato a Branko Kolarić da Bruno Paladin.
Come annunciato, i quadri degli artisti si potranno ammirare a Palazzo Bradamante, che ne ospiterà l’esibizione fino al 2 agosto.
L’Ex Tempore ha visto partecipare pure diciotto bambini nell’ambito del laboratorio creativo, che si è tenuto nella mattinata di sabato sotto la guida dalla professoressa di arte Monika Petrović, e che ha visto impegnati i bambini nella creazione di “Ritratti dignanesi”, che è stato il tema della competizione di quest’anno, nonché nella realizzazione di casite e nella decorazione di pietre. La mostra dei lavori, inaugurata sabato scorso nella galleria “Loggia” da Livio Belci, sarà visitabile fino al 2 agosto dalle 10 alle 11 e dalle 19 alle 20. Nell’ambito dell’apertura dell’esposizione, la responsabile del laboratorio ha consegnato a tutti i partecipanti un diploma di partecipazione e un omaggio.

Vanja Stoiljković

Ex Tempore: la giuria premia Silvana Konjevoda
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)