duomoSi è concluso felicemente, il viaggio di studio a Milano e Torino, organizzato dall’Università Popolare di Trieste e dall’Unione Italiana, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, a favore degli studenti meritevoli delle Scuole Medie Superiori Italiane di Pola, Capodistria, Isola e Pirano, accompagnati dai loro insegnanti.
Il primo giorno, hanno visitato il laboratorio di luce di Sincrotrone Elettra, all’Area Science Park di Basovizza. Poi, raggiunta la città di Milano, un gruppo di ragazzi si è recato in visita al Centro Huawei – Centro Direzionale Milano 2 a Palazzo Verrocchio.
Il giorno successivo, i ragazzi hanno seguito la presentazione dei programmi accademici di studio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e visitare l’Ateneo. L’Università “Sacro Cuore” è il più importante Ateneo cattolico d’Europa e l’unica università italiana che può vantare una dimensione veramente nazionale, con le sue cinque sedi oltre a quella di Milano, di Brescia, di Piacenza-Cremona, Roma e Campobasso. A partire dalla fondazione, avvenuta a Milano nel 1921, migliaia di persone si sono laureate presso l’Università Cattolica che, per il suo alto prestigio nazionale e internazionale, si mantiene fedele al compito di accrescere quell’insieme di competenze professionali, risorse culturali e caratteristiche umane, guardando a quel futuro che già costituisce il presente di noi tutti.
Nel pomeriggio, hanno visitato il più insigne tra i monumenti milanesi: il Duomo. Sono saliti alle terrazze, per ammirare il panorama sopra i tetti di Milano e avere così un’idea dell’estensione della città, racchiusa dalla corona delle Alpi. Poi, dalla Piazza del Duomo si sono incamminati verso la Galleria Vittorio Emanuele II, elegante salotto della città, per raggiungere Piazza della Scala, dove sorge l’omonimo Teatro, costruito nel 1778 sull’area della preesistente chiesa di S. Maria della Scala. Attraverso Piazza S. Fedele, hanno proseguito lungo Corso Vittorio Emanuele II, la via forse più animata del centro storico. Dopo una breve sosta in Piazza San Babila, la passeggiata si è conclusa in via Monte Napoleone, autentica vetrina della moda milanese, che rappresenta il cuore elegante della città e costituisce uno dei lati del “quadrilatero della moda”, delimitato dalle vie Manzoni e Sant’Andrea e dalla famosa via della Spiga. Passeggiando in questa zona, hanno incontrato le boutiques delle griffes più note, quali Armani, Versace, Gucci, Valentino, Fendi, Trussardi, Ferrè, Dolce e Gabbana e molti altri, in un contesto architettonico caratterizzato da palazzi neoclassici.
Il terzo giorno, il gruppo ha visitato il Castello Sforzesco, la cui costruzione è iniziata nel secolo XIV, per volontà di Galeazzo II Visconti, con l’intervento di numerosi artisti, tra cui anche il Bramante e Leonardo da Vinci. Durante l’epoca di Ludovico il Moro (sec. XV), il Castello divenne una delle più fastose ed importanti dimore d’Europa. Oggi ospita i civici musei, con ricche collezioni di scultura e pittura.
E’ seguita la visita del Museo di Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci”, che trova la sua sede dal 1953 nel vasto complesso dell’ex monastero di S. Vittore. Si tratta del più ricco e articolato museo tecnico-scientifico della penisola: numerose sezioni tematiche, al cui costituirsi hanno via via contribuito, con lasciti o donazioni di enti pubblici o grandi gruppi industriali privati; sale per mostre temporanee e congressi, una ricca biblioteca specializzata, aggiornate dotazioni tecnologiche per una fruizione didattica interattiva del patrimonio museale. Allo straordinario artista-ricercatore Leonardo da Vinci è dedicata la galleria principale con una rassegna di modelli ricostruttivi che concretizzano ritrovate “invenzioni” o progetti architettonici.
Dopo il pranzo, la comitiva ha raggiunto la città di Torino.
Nel primo pomeriggio, hanno visitato il Museo dell’Automobile e successivamente, in pullman, un city tour della Torino Olimpica, Industriale, il Lingotto e lo stabilimento della Mirafiori.
Il quarto giorno, partendo dal centro storico della città, sono arrivati a Piazza Castello, vasta e regolare cinta da uniformi palazzi a portici progettata nel 1584 da Ascanio Vittozzi. L’itinerario prevedeva il Teatro Regio, la Chiesa di San Lorenzo, il Palazzo Reale, grandioso edificio dalla severa facciata fu, fino al 1865, la reggia dei Savoia, il Palazzo Madama, che riassume nelle lunghe vicende costruttive la storia stessa della città. Incorpora infatti i resti di un’antica porta romana trasformata poi nel medioevo in castello. Dal 1848 al 1864 vi tenne le sue sedute il Senato subalpino, poi italiano, oggi il palazzo è sede del Museo Civico di Arte Antica. Nel cuore della città, inoltre, hanno ammirato il Duomo, costruito nel 1491-98: presenta una facciata rinascimentale, unico esempio nella città, in marmo bianco con tre portali di gusto toscano, affianco il poderoso Campanile, innalzato in forme romaniche verso il 1470 e sopraelevato nel 1720.
Nel pomeriggio, Piazza San Carlo, Piazza Carignano con l’omonimo Palazzo e Piazza Carlo Alberto. E’ seguita la visita al Museo Egizio, ospitato nel palazzo dell’Accademia delle Scienze, dove si ritrovano le più importanti raccolte di antichità egizie di tutta l’Europa.
L’ultimo giorno, hanno visitato il Museo Nazionale del Cinema, che illustra con documenti e apparecchi, anche rari, lo sviluppo tecnico, artistico e industriale della cinematografia e della fotografia. Il museo ha sede all’interno della Mole Antonelliana, ardita costruzione di Alessandro Antonelli ed emblema della città. Un ascensore permette di salire al tempietto sotto la guglia, dal quale si ha una suggestiva vista di Torino e delle montagne circostanti.
La lunga percorrenza autostradale ha riportato i partecipanti nelle sedi di provenienza.

Escursione a Milano e Torino, per gli studenti meritevoli
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)