Cattaro

CATTARO | “Oltre le barriere per l’inclusione sociale” è il titolo di un Forum promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, nell’ambito dell’Anno europeo per lo sviluppo, al quale parteciperanno – oltre ai rappresentanti istituzionali – il presidente dell’Università Popolare di Trieste, Fabrizio Somma, e il presidente delle Comunità degli Italiani in Montenegro Saša Dender, presente l’ambasciatore d’Italia in Montenegro, Vincenzo Del Monaco.

Cooperazione internazionale

Organizzato in tre giornate – il 23 e il 24 marzo quelle tecniche – formative con il ricordo del “Processo di deistituzionalizzazione in Italia da Basaglia a oggi” con l’intervento di Renzo Bonn, direttore del CSM di Udine e con una presentazione del Dipartimento di salute mentale di Trieste sullo “sviluppo dei servizi di comunità” a cura di Stana Stanic e Roberto Sau – il Forum prevede il 25 marzo un approfondimento istituzionale sul tema della “Cooperazione internazionale allo sviluppo del Friuli Venezia Giulia”.

Tavola rotonda a Cattaro

Presso la Chiesa di San Paolo a Cattaro, dopo i saluti istituzionali e l’intervento dell’Assessore regionale alla cultura, sport e solidarietà Gianni Torrenti, è prevista una tavola rotonda (moderata da Lucia Bellaspiga, editorialista de “L’Avvenire”) nella quale il presidente dell’Università Popolare di Trieste, Fabrizio Somma, illustrerà il ruolo dell’ente che su mandato del Ministero degli Affari ESteri di Roma e come “braccio operativo” della Regione FVG sta sviluppando un progetto per implementare le relazioni istituzionali con il Montenegro, proprio nell’ambito del piano di cooperazione e investimenti promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia e fortemente voluto dal governo italiano.

Importante la Comunità degli Italiani

Le relazioni tra Italia e Montenegro hanno sempre avuto un ruolo importante – anticipa il presidente dell’Università Popolare di Trieste Fabrizio Somma – grazie alle quali la cultura e la presenza italiane sono accolte con entusiasmo e il desiderio di conoscere la nostra lingua è grande. Insieme alla Comunità degli Italiani del Montenegro – nata nel gennaio del 2004, trovando subito il riconoscimento ufficiale, oggi conta 560 iscritti – abbiamo già definito due importanti iniziative: un corso per operatori dei trasporti marittimi, visto le potenzialità e gli interessi anche italiani nei porti di Bar e Cattaro e una direzione didattica per la certificazione del livello di apprendimento dell’italiano che è insegnato, come seconda lingua, nelle scuole superiori di tutto il Paese. In base a una simile esperienza realizzata in Albania, che ci è stata trasferita dal console onorario italiano Vito Antonio Stigliani, l’Università Popolare di Trieste – ha sottolineato il presidente ricordando che l’Ente è l’unico ad avere la competenza sui territori della ex Jugoslavia in base alla Legge regionale n. 79 del 1978 – avvierà un progetto pilota per l’organizzazione di una direzione didattica che vedrà il coinvolgimento, quali Organismi certificatori, della Scuola Normale Superiore di Pisa e dell’Università per Stranieri di Perugia, con la diretta supervisione dell’Ambasciatore italiano in Montenegro, Vincenzo Del Monaco.

Diversi gli incontri istituzionali

L’iniziativa, come rilevato, si terrà da oggi al 25 marzo a Cattaro e Podgorica. Nell’ambito della visita della delegazione del FVG sono previsti varie attività formative, incontri istituzionali, dibattiti, la firma di un protocollo d’intesa e l’esibizione della compagnia teatrale triestina Accademia della Follia, che presenterà una piece di Dacia Maraini.
La Regione Friuli Venezia Giulia finanzia da una decina d’anni in Montenegro diversi progetti, che riguardano il settore dell’energia rinnovabile (centrali idroelettriche e a biomasse forestali) del turismo, della maricultura. L’evento vede la partecipazione attiva della locale Comunità degli Italiani.
Oltre alle autorità montenegrine, parteciperanno agli incontri l’Ambasciatore italiano a Podgorica, Vincenzo Del Monaco, i consiglieri regionali Franco Codega ed Emiliano Edera, il sindaco del Comune di Monfalcone Silvia Altran, il presidente dell’Università Popolare di Trieste Fabrizio Somma ed altri esperti degli argomenti trattati. L’editorialista della rivista Avvenire, Lucia Bellaspiga, coordinerà i lavori della tavola rotonda sulla Cooperazione internazionale.
L’assessore Torrenti visiterà a Cattaro anche il Laboratorio di biologia marina.

Delegazione del FVG in missione in Montenegro
0.00(0 votes)
Comment(0)