RovignoROVIGNO | Dopo la ricostruzione dell’edificio della SEI “Bernardo Benussi” dello scorso anno, realizzata grazie ai fondi stanziati del Governo italiano attraverso il ministero degli Affari Esteri, l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste, la Città di Rovigno ha iniziato la prima fase di riassetto del cortile scolastico. L’investimento, del valore di 450.000 kune, prevede la realizzazione di un muro in pietra, che finalmente delineerà l’intero cortile rendendo la zona più sicura. Inoltre, sarà spostata di qualche metro l’entrata per le automobili verso il viale della Gioventù e saranno realizzati dei sentieri, che collegheranno l’entrata secondaria della scuola al campo sportivo e alla palestra “Sotto i tigli” e sarà realizzato pure un ampio terrazzo vicino alle aule del doposcuola.
In questa fase è già stato realizzato un collettore fognario delle acque piovane che collega l’edificio della scuola e il vicino Giardino d’infanzia italiano “Naridola” al sistema di scolo cittadino. Nella seconda fase dei lavori è previsto di riassetto delle aree verdi, l’allestimento di un piccolo parco giochi e la di un piccolo orto, dove i ragazzi avranno la possibilità di coltivare le proprie piantine mediterranee. L’investimento è a cura della ditta rovignese “Miramare” che ha vinto il bando di concorso, mentre i lavori sono supervisionati dall’ingegnere Claudio Rocco. La città si è presa l’onere di realizzare i lavori firmando una lettera di intenti assieme all’UI-UPT prima dell’inizio della ristrutturazione dell’edifico scolastico. La direttrice dell’istituzione, Gianfranca Šuran, ha spiegato che una volta completata l’opera, verrà organizzata una cerimonia di inaugurazione ufficiale con la partecipazione di tutte le istituzioni e degli enti che hanno contribuito alla ricostruzione dell’edificio e al riassetto del cortile scolastico. (sp)

Cortile a nuovo per la «Benussi»
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)