Si aprirà giovedì 28 febbraio, alle ore 15.00, presso il Civico Museo della Civiltà Istriana, fiumana e dalmata di via Torino 8 a Trieste, il Convegno Internazionale “L’esodo giuliano-dalmata nella letteratura”, organizzato dall’I.R.C.I. in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trieste e patrocinato da Comune di Trieste, Provincia di Trieste, Regione FVG, Associazione Docenti Italiani e MOD-Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria.
Dopo più di un secolo di esodo strisciante, iniziato ancora sotto il dominio austroungarico, cominciava nel 1943 il genocidio che caratterizzò la fase più violenta dell’espulsione delle popolazioni italiane dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia.
Di questa migrazione forzata hanno scritto innanzi tutto i poeti e i narratori là nati fra il secolo decimonono e oggi, che l’hanno vissuta in prima persona. Avendo dovuto lasciare tutto e trapiantarsi anche in continenti lontani, hanno costituito nuclei legati dalla comune origine che hanno favorito la pubblicazione di periodici o di volumi sul tema.
Ma dal dramma degli esuli hanno tratto ispirazione pure conterranei che sono riusciti nonostante tutto a non esulare, o altri italiani o stranieri; o alcuni infine che hanno lasciato l’Istria, Fiume o la Dalmazia per ragioni diverse, ma hanno conosciuto l’esodo di parenti e amici e ne hanno appassionatamente parlato in versi e in prosa, come Lina Galli, parentina, spostatasi pacificamente a Trieste fra le due guerre e forse per questo più libera di cantare quanto stava accadendo in Istria intorno alla fine della seconda guerra mondiale.
Il dibattito critico sarà volto a individuare e a studiare le opere e le riviste letterarie aventi per oggetto l’esodo giuliano-dalmata.
Una sezione sarà dedicata a Lina Galli della quale cade il ventennale della morte.
Il simposio, coordinato da Giorgio Baroni e Cristina Benussi, vedrà gli interventi di oltre ottanta studiosi, provenienti da tutta italia e dall’estero.

Convegno Internazionale "L'esodo giuliano-dalmata nella letteratura"
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)