OLYMPUS DIGITAL CAMERAColpo di scena all’Università popolare di Trieste: si chiude l’era di Silvio Delbello. I tre giorni di elezioni per il nuovo cda dell’ente si sono conclusi giovedì sera, e i risultati dello spoglio segnano un cambiamento forte: entrano nel consiglio in un unico blocco Manuele Braico, Massimiliano Rovati, Micaela Silva e Renzo Grigolon. Ovvero i membri della lista alternativa a quella del presidente uscente Delbello. «Siamo molto soddisfatti, il nostro motto “Continuità nel rinnovamento” ha convinto», commenta il giorno dopo Massimiliano Rovati, che nel periodo elettorale ha fatto da portavoce per la lista. Silvio Delbello la prende sportivamente, ma non senza amarezza: «I risultati sono quelli che sono, non c’è molto da commentare – dice -. Ovviamente mi dispiace: se mi sono candidato, è perché contavo di proseguire il lavoro fatto in questi cinque anni».

I risultati Sono circa 650 i soci che hanno partecipato al voto, su un totale di 1500. Nel complesso la lista vincitrice ha totalizzato 401 voti contro i 241 dei secondi classificati. Questa la “classifica”: Manuele Braico 111 voti, Massimiliano Rovati 100 voti, Micaela Silva 97 voti, Renzo Grigolon 93 voti, Silvio Delbello 69 voti, Aldo Flego 61 voti, Ferdinando Parlato 56 voti, Fiorella Fontanot 55 voti.

Manuele Braico, eletto l’anno scorso presidente delle Comunità istriane, ha dimostrato di saper catalizzare voti raccogliendo il bottino più grosso. A seguire gli altri membri della sua lista, che lasciano quindi fuori dal cda la squadra di Delbello. Un risultato “monocolore” non era scontato: sulla scheda elettorale i soci dovevano indicare quattro nomi singoli e quindi non necessariamente dovevano favorire i candidati di un’unica lista. Il 7 marzo il nuovo cda sarà convocato e i quattro membri elettivi voteranno, assieme ai nove membri nominati dalle istituzioni, il nuovo presidente e il consiglio direttivo.

I vincitori Massimiliano Rovati, sociologo, non nasconde la soddisfazione: «È andata molto bene, ci siamo dimostrati un blocco granitico – dice -. Una volta sbloccate le cariche inizierà il lavoro vero e proprio del nuovo cda e dell’Università popolare. Comunicheremo la prime iniziative riguardanti Istria, Fiume e Dalmazia ma anche la città di Trieste. Quest’anno ricorre il 115° anniversario dell’Upt e vogliamo festeggiarlo degnamente». Sull’identità del prossimo presidente Rovati mantiene ancora il riserbo: «Come ho già detto, abbiamo in mente una persona giovane che conosce bene l’ente e anche le comunità italiane in Istria e Dalmazia, però è ancora presto per fare nomi». La ragione del silenzio, spiega, è il lavoro di concertazione e presa di contatto con i nove membri nominati del cda che verrà condotto nei prossimi giorni. «Saremo sicuri di chi sarà il prossimo presidente soltanto dopo la prima riunione del cda».

Il presidente uscente Ieri mattina Silvio Delbello è passato nella sede dell’Upt in piazza Ponterosso per salutare i dipendenti con cui ha condiviso gli ultimi cinque anni: «Il personale mi attendeva per salutarmi commosso», racconta. Anche Delbello non si pronuncia sulla possibile identità del suo successore: «Anche i dipendenti dell’Upt me lo chiedono, ma davvero non ne ho la minima idea. Se lo sapessi lo direi, ma forse almeno per il momento non lo sa nessuno».

Delbello è parco di commenti sui vincitori e sull’esito del voto: «Mi è difficile fare una valutazione perché in buona parte si tratta di persone che non conosco. Così come mi è difficile esprimermi sul voto: conosco bene l’ambiente dell’Upt, e mi spiace abbandonarlo. Forse sono intervenute valutazioni esterne alla vita dell’Università».

Il nuovo cda Il nuovo cda dell’Upt è composto ora dai quattro consiglieri elettivi Manuele Braico, Massimiliano Rovati, Micaela Silva e Renzo Grigolon, e dai nove membri nominati: oltre a due delegati del Ministero degli Esteri, troviamo Fabrizio Somma, Diana De Petris De Rosa, Denis Zigante, Renzo Codarin, Maria Cristina Benussi, Massimo Parovel, Luisella Tenente. Tra loro verrà eletto il nuovo presidente.

di Giovanni Tomasin

Cambio al vertice dell’Upt. Finisce l’era di Delbello
0.00(0 votes)

Post by admin

Comment(0)