Pinocchio_MareDopo un’attesa durata anni contraddistinti da un lungo lavoro costellato di riunioni, appuntamenti, tentativi di raggiungere un compromesso, da alcune settimane a Zara 25 bambini frequentano un istituto prescolare italiano: la scuola italiana per l’infanzia “Pinocchio”. Oggi l’asilo, che rappresenta un segno tangibile della presenza della cultura italiana a Zara, vivrà un giorno particolare: finalmente ci sarà il taglio del nastro. Una cerimonia posticipata rispetto al avvio dell’attività per dare modo a tutte le istituzioni e le persone coinvolte nella sua realizzazione di contribuire, oltre che ai non facili preparativi propedeutici all’apertura, anche a un momento di festa.

L’emozione e il compiacimento sono infatti quelli delle grandi occasioni. E lo conferma il programma della cerimonia che, come è ovvio che sia, pone in primo piano i bambini, senza però dimenticare chi ha reso possibile che frequentino un asilo italiano, il primo in Dalmazia e il primo privato fondato da un’istituzione della Comunità Nazionale Italiana. Un dato importante e pertanto non stupisce che domani a Zara ci sarà anche un rappresentante della Farnesina: il viceministro Marta Dassù, che in sede di audizione davanti alla Commissione esteri della Camera dei deputati aveva definito l’asilo “uno strumento di difesa dei diritti, della memoria e dei simboli della storia”.
Ma veniamo al programma della cerimonia in programma oggi a Zara, con inizio alle ore 10.30. Come si diceva, i protagonisti saranno i bambini, ma ci saranno anche le educatrici, i genitori e i rappresentanti, oltre che del ministero degli Affari esteri italiano e delle rappresentanze diplomatico-consolari, della Comunità degli Italiani di Zara, dell’Unione Italiana, dell’Università Popolare di Trieste, della Regione Veneto, della Contea di Zara, della Città di Zara e delle Associazioni degli Esuli e dell’UPT.
La cerimonia si aprirà con l’esecuzione degli inni nazionali croato e italiano da parte del quartetto d’archi di Damiano D’ambra. Seguiranno il taglio del

nastro tricolore, che sarà sorretto dalle bambine Vanessa e Maddalena, il volo di palloncini colorati, la benedizione della sede. Poi l’inizio della parte protocollare, che vedrà gli interventi della direttrice dell’asilo, Snježana Šuša, della presidente della CI di Zara, Rina Villani, del vicesindaco di Zara, Zvonimir Vrančić, del rappresentante dell’ADIM, Giorgio Varisco, del vicepresidente dell’UPT, Fabrizio Somma, dell’assessore al Bilancio della Regione Veneto, Roberto Ciambetti, del presidente della Giunta esecutiva dell’UI, Maurizio Tremul, del presidente dell’Unione Italiana, Furio Radin, del Sottosegretario al ministero croato della Scienza, dell’Educazione e dello Sport, Sabina Glasovac e del viceministro degli Affari esteri italiano, Marta Dassù.

Il programma artistico-culturale prevede invece l’esecuzione di alcuni intermezzi musicali, un breve programma realizzato dai bambini che faranno il girotondo, reciteranno poesie e si esibiranno in un balletto. Prevista pure la lettura di una brevissima favola, sintesi tra la favola di Collodi e la storia dell’asilo con sottofondo musicale.
Da precisare che la visita a Zara prenderà il via alle ore 9 presso la Comunità degli Italiani di Zara, dove il viceministro Dassù, accompagnata dall’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Emanuela D’Alessandro, dal Console Generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani, dal ministro plenipotenziario Francesco Saverio De Lugi, Presidente del Comitato di Coordinamento per la Minoranza italiana in Croazia e Slovenia, e dal presidente dell’UI, Furio Radin e dal presidente della GE dell’UI, Maurizio Tremul, incontrerà i connazionali.

Asilo «Pinocchio» di Zara. Oggi il taglio del nastro
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)