asiloUMAGO | L’inaugurazione dell’asilo di Babici oramai è questione di settimane. Ad affermarlo è la direttrice dell’asilo italiano “Girotondo” di Umago, Roberta Lakošeljac, sotto la cui ala opererà quello di Babici. “Si tratta di un impianto fortemente voluto dai connazionali della zona, che l’hanno atteso per oltre vent’anni – così la direttrice -. I lavori, iniziati il 26 agosto scorso, sono stati completati e ora si è in attesa del permesso di agibilità. Il concorso per l’assunzione delle educatrici sarà pubblicato nei prossimi giorni.
Grazie agli investimenti tramite l’Unione Italiana e l’Università Popolare di Trieste, dopo i concorsi banditi dall’UI in collaborazione con il MAE, i lavori di ristrutturazione sono stati eseguiti dalle ditte “Gip Karojba” (parte edile) e “Prometal” (arredi interni ed esterni), per un costo di rispettivamente 1.383.644 e 369.720 kune”.

Quale nome porterà l’asilo?

“Abbiamo deciso di lasciare la scelta alla Comunità degli Italiani di San Lorenzo Babici; la presidente, Roberta Grassi Bartolić, attualmente sta consultando i soci in merito.
Sottolineo che fin dalla sua fondazione, avvenuta vent’anni fa, la CI ha sostenuto l’apertura di un asilo italiano nella zona, dove da sempre è presente la parlata e la cultura italiana”.

Quanti bambini potranno frequentare la struttura di Babici?

“Complessivamente una trentina, ma all’inizio molti di meno, in quanto i bambini del posto frequentano già gli asili di Umago e non desiderano lasciare a metà semestre i loro piccoli amici. A Babici, comunque, ci sarà il nido per i bimbi da 1 a 3 anni e un gruppo d’asilo per quelli tra i 3 e i 7 anni. In questo modo il territorio di Umago sarà completamente coperto per quanto riguarda l’educazione prescolare in lingua italiana. L’asilo disporrà di due stanze comunicanti, del guardaroba, dei servizi igienici e di una cucina, che servirà solo per la distribuzione dei pasti, che saranno preparati nella cucina centrale. Per il suo funzionamento saranno assunte quattro educatrici, due per ciascun gruppo educativo, e un’inserviente”.

Chi è il fondatore dell’istituzione prescolare?

“Il fondatore dell’asilo “Girotondo” è la Città di Umago, che quest’anno ha previsto nel proprio bilancio per il suo funzionamento 5.419.450 kune, di cui 3.357.000 per gli stipendi dei dipendenti (29 in pianta stabile). La Città sosterrà inoltre tutte le spese di gestione e di manutenzione della sezione di Babici”.

Quante sono le sezioni dell’asilo di Umago?

“Attualmente contiamo sei sezioni, alle quali tra poco si aggiungerà quella di Babici. L’istituzione è frequentata da 204 bambini, divisi nei gruppi operanti nella sede centrale di Umago e nelle sezioni “Peter Pan” di Moella, “Girasole” di Punta, “Bambi” di Comunella, di Bassania-Salvore e di Petrovia. Quella di Babici sarà la settima”.

Franco Sodomaco

da “La Voce del Popolo” di Fiume

Asilo di Babici: oramai ci siamo
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)