Iniziano oggi i lavori di riassetto del tetto e della terrazza antistante Palazzo Milossa, sede storica della Comunità degli italiani di Rovigno. L’intervento è a cura della società “Vladimir Gortan” di Pisino, che l’anno scorso ha vinto la gara d’appalto per i lavori, con un’offerta inferiore dell’11,4 per cento rispetto al costo di partenza di 126mila euro definito nel concorso. La gara d’appalto comprendeva anche i lavori di rinnovo dell’impianto di riscaldamento e le necessarie modifiche per l’allacciamento al gasdotto cittadino. La presidente del Comitato esecutivo della CI, Cinzia Ivančić Russi, ha spiegato però che per evitare ulteriori ritardi si è deciso di escludere dal concorso la somma di 20mila euro prevista per il sistema di riscaldamento, consentendo così l’inizio dei lavori di riparazione del tetto e del terrazzo, in base alle attuali disponibilità finanziarie dell’Unione Italiana e dell’Università Popolare di Trieste.
I lavori, che così ammonteranno a poco più di 90mila euro, prevedono la sostituzione completa delle travi e del tetto dell’edificio, comprese le grondaie e gli abbaini, e il trasferimento di tutte le unità esterne dei condizionatori sul tetto del palazzo.
Per quanto riguarda la terrazza antistante la sede del sodalizio, saranno tolte le parti in ferro del cancello, l’inferriata e le vere di pozzo presenti all’entrata, che saranno restaurate in un’officina locale. La parte in pietra della terrazza sarà ripulita mediante sabbiatura e dove sarà necessario saranno sostitute le parti più malandate. Inoltre, la terrazza sarà dotata di un cablaggio che permetterà lo svolgimento di attività musicali e sceniche durante l’estate. L’investimento prevede anche l’installazione del sistema di sicurezza e di video sorveglianza, che serviranno a prevenire i casi di vandalismo che negli ultimi anni hanno creato diversi disagi, con scritte ingiuriose sulle porte della Comunità e con danni agli infissi.
Tempo permettendo, la riparazione del tetto dovrebbe venire completata nel giro di un mese, mentre il restauro della terrazza dovrebbe terminare entro le festività pasquali. Durante tutte le fasi dell’intervento ci sarà la supervisione dell’Ufficio per la sovrintendenza dei beni culturali di Pola.
La presidente dell’Esecutivo ha sottolineato che gli uffici e la biblioteca rimarranno aperti durante tutto l’arco dei lavori, mentre il bar del sodalizio sarà chiuso. Fra circa un mese verrà bandito un nuovo concorso per la concessione del bar, dato che gli attuali gestori hanno deciso di non prolungare il contratto d’affitto. La dirigenza della CI rovignese ha ricordato che questi investimenti si sono resi necessari a causa delle infiltrazioni d’acqua che negli ultimi mesi, durante il maltempo, hanno a più riprese allagato il pianterreno, dove è situata la biblioteca del sodalizio, danneggiando diverse pubblicazioni. Infine Cinzia Ivančić Russi ha annunciato che a una delle prossime sedute dell’Assemblea dell’UI sarà discusso il finanziamento dei restanti 20mila euro per gli interventi previsti all’impianto di riscaldamento.

Sandro Petruz

Al via i lavori di riassetto di Palazzo Milossa
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)