Venerdì 28 luglio, alle ore 21, nella chiesa di San Francesco di Rovigno, si esibirà in concerto l’orchestra d’archi Camerata Strumentale Italiana, diretta dal M° Fabrizio Ficiur, con la presentazione delle opere del fotografo siciliano Renato Iurato, per la Rassegna di concerti di musica classica organizzata dall’Università Popolare di Trieste e dalla Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno, in collaborazione con l’Accademia Musicale “Città di Palmanova”, l’Associazione Musicale “Aurora Ensemble” – Pro Musica Salzburg, il Comune di Mossa – Circolo Culturale “Jacques Maritain” – Associazione “Tavola Sferica”, il Centro Culturale Sperimentale Lirico Sinfonico di Lignano Sabbiadoro, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

In programma, musiche di Tartini, Britten, Elgar e Respighi.

Solo in apparenza e ad un primo superficiale sguardo, la musica e la pittura risultano due forme artistiche molto distanti tra loro, poichè la prima viene caratterizzata da forme e colori, mentre la seconda da suoni e silenzi. L’analogia invece tra queste due forme di elevata Arte risulta talmente spontanea da permettere spesso uno scambio reciproco di terminologie: in Musica si parla di suoni chiari e suoni scuri mentre in Pittura si parla di tonalità. Suscitano entrambe emozioni che toccano corde del nostro percepire la bellezza; in egual misura, attraverso l’occhio o l’orecchio, onde visive entrano dentro di noi e creano emozionalità al solo scopo di trasportarci in una realtà parallela, fatta di sentimento ed astrattismo e di rappresentazioni di una realtà tutta interiore.

La Camerata Strumentale Italiana, in concerto a Rovigno
0.00(0 votes)
Comment(0)