Il MUSEO DIFFUSO ISTRIANO DIVENTA ADRIATICO

IL COMUNE DI ALBEROBELLO ADERISCE AL PROGETTO

 

Il Comune di Alberobello – città patrimonio dell’umanità dell’Unesco – parteciperà al progetto del “Museo Diffuso” promosso dall’Università Popolare di Trieste, la cui idea sarà candidata al primo Bando del Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia. Lo ha confermato il Sindaco di Alberobello Michele Maria Longo a seguito di un incontro svoltosi oggi con il presidente dell’Università Popolare di Trieste Fabrizio Somma, presenti anche l’Assessore Pietro Susca e il Consigliere Capogruppo Pietro Carucci.

Il progetto originario del Museo Diffuso dell’Istria Sud Occidentale – ha detto Fabrizio Somma, ricordando il coinvolgimento della Comunità italiana dell’area di riferimento, rappresentata dal presidente dell’Unione Italiana Furio Radin in collegamento telefonico – viene così esteso a tutta la costa Adriatica, come richiesto dal Bando: dopo l’adesione del Comune di Ravenna (ufficializzata un mese fa a Trieste), la partecipazione di Alberobello è particolarmente significativa e trova una prima motivazione simbolica nel legame tra le tipiche costruzioni dei “trulli” e le “casite” istriane (sulle quali l’Unione Italiana e il Centro Ricerche Storiche di Rovigno hanno realizzato una collana d’Atti, a corredo di una mostra sulla “Pietra d’Istria”).

Il progetto del “Museo Diffuso” – ha sottolineato il presidente dell’Università Popolare di Trieste – dopo esser stato presentato recentemente alla Comunità di Torre di Parenzo sarà oggetto di un convegno in programma il prossimo 15 maggio, nella doppia sede di Valle e di Torre di Parenzo. Il Comune di Alberobello porterà nell’occasione la sua esperienza di promozione e tutela del territorio e delle tradizioni culturali ed etnografiche che le ha consentito di essere riconosciuta dall’Unesco come città patrimonio dell’umanità.

Si ricorda che al progetto del Museo Diffuso dell’Università Popolare di Trieste, oltre all’Unione Italiana e al Comune di Ravenna, hanno già dimostrato interesse la Regione Friuli Venezia Giulia, la Fondazione Aquileia, la Regione Istriana e la città di Spalato.

 

IMG_5546

 

Trieste, 15 gennaio 2016

Il MUSEO DIFFUSO ISTRIANO DIVENTA ADRIATICO
0.00(0 votes)

Post by editoria

Comment(0)