Venerdì 7 luglio, alle ore 21, nella chiesa di San Francesco di Rovigno, si esibirà in concerto il Duo Fagiuoli – Miglioranzi (Alessandro Fagiuoli al violino, Giacomo Miglioranzi al pianoforte),  per la Rassegna di concerti di musica classica organizzata dall’Università Popolare di Trieste e dalla Comunità degli Italiani “Pino Budicin” di Rovigno, in collaborazione con l’Accademia Musicale “Città di Palmanova”, l’Associazione Musicale “Aurora Ensemble” – Pro Musica Salzburg, il Comune di Mossa – Circolo Culturale “Jacques Maritain” – Associazione “Tavola Sferica”, il Centro Culturale Sperimentale Lirico Sinfonico di Lignano Sabbiadoro, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

In programma, la Sonata n. 4 in la minore op. 23 di Ludwig van Beethoven, la Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78 di Johannes Brahms e la Sonata in sol minore di Claude Debussy.

Seguiranno, il pianista Alberto Olivo (14 luglio), l’Orchestra da Camera del Friuli Venezia Giulia, diretta da Evandro Mattè (21 luglio) e la Camerata Strumentale Italiana, diretta da Fabrizio Ficiur (28 luglio).

Alessandro Fagiuoli, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, perfezionandosi in seguito nel repertorio violinistico del ‘900 con Enzo Porta. Dopo aver ottenuto una borsa di studio da “La Biennale di Venezia” sul tema “Prassi esecutive dell’ultimo Nono”, ha approfondito lo studio del repertorio moderno e contemporaneo collaborando con alcuni dei più importanti ensemble di musica contemporanea italiani e fondando a Venezia il Quartetto d’Archi Paul Klee. Come solista e primo violino del Quartetto, è abitualmente presente in importanti Festivals e Stagioni concertistiche Internazionali; ha svolto tournées in tutta Europa nonché negli Stati Uniti, in Russia, Cina, Polonia, Bulgaria, Croazia tenendo numerose prime esecuzioni. È stato inoltre invitato dalle Radio Nazionali di Italia, Spagna, Portogallo, Irlanda. Nel periodo 2004‐05, con il quartetto Paul Klee ha goduto di una residenza presso l’Abbaye Royale de Fontevraud in Francia ed è attualmente in dottorato presso l’Università di Evry a Parigi. A seguito di queste importanti esperienze e della stretta collaborazione con il pianista francese Jean‐Pierre Armengaud, si è specializzato nel repertorio cameristico francese realizzando la registrazione discografica di importanti opere di Debussy (Sonate per violino e Trio), Messiaen (Quatuor pour la fin du Temps), Milhaud (Sonata per violino e Creation du Monde), Ravel (Sonata Posthume), Satie, Stravinsky (Divertimento per violino e piano) e Massenet (solo di Thais). Tutte effettuate per l’etichetta Blueserge. Di particolare interesse discografico inoltre l’incisione integrale dei quartetti di Philip Glass. È attualmente impegnato con registrazioni per Naxos e Brilliant. Ha tenuto seminari e masterclass in Italia, Francia e Cina. È docente di Violino e Musica da Camera presso il Liceo Musicale di Padova.

Giacomo Miglioranzi, veneziano, ha iniziato lo studio del pianoforte presso il Conservatorio “B. Marcello”, dove si è diplomato nel 1999 sotto la guida di Giorgio Vianello con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore, ottenendo la borsa di studio indetta dalla Banca di Asolo e Montebelluna come miglior diplomato dell’anno. Ha studiato composizione con Corrado Pasquotti, direzione d’orchestra con Alessandro Tortato e Marco Zuccarini. Ha proseguito la sua formazione pianistica seguendo le lezioni di Ramzi Yassa all’Ecole Normale de Paris e di Eugenio Bagnoli alla Fondazione “Giorgio Cini” di Venezia. Successivamente si è diplomato con il massimo dei voti presso l’Accademia Musicale Pescarese, nella classe di Paolo Bordoni. Dedicatosi da subito alla musica da camera, ha seguito l’insegnamento di Eugenio Bagnoli sempre alla Fondazione “Cini” e in seguito del Trio di Trieste e del Trio di Parma all’Accademia Internazionale di Duino (TS). Vincitore di concorsi (secondo premio al Concorso F. Grimaldi – PR, secondo premio al Concorso Nazionale Luciano Gante di Pordenone, primo premio al Concorso Internazionale Stefano Marizza di Trieste, terzo premio al Concorso Internazionale Città di Cantù, secondo premio al Concorso Internazionale Amadeus di Tolmezzo, secondo premio al Concorso Internazionale A. Rubinstein di Acqui Terme ecc.), ha svolto attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche, esibendosi in varie città italiane ed estere, ottenendo ottimi consensi di critica e numerosi servizi radiofonici e televisivi. Nel 2000, è stato invitato a partecipare alla Maratona di Bach organizzata dalla Kulturni Dom di Nova Gorica, tenutasi presso il Castello di Dobrovo. Varie le registrazioni, tra cui un CD promosso dalle Assicurazioni Generali dedicato interamente a musiche di Schumann; ha inciso per la EMMECIESSE Music Publishing e per la A. M. Songs. Ha suonato come solista con le seguenti Orchestre: Progetto Orchestra, Orchestra Sinfonica di Bacau, Orchestra del Gran Teatro La Fenice, Orchestra Sinfonica di Pescara, sotto la direzione di Leon Spierer, Ovidiu Balan, Fabio Pirona ecc. Ha collaborato come pianista con il Gruppo Strumentale Veneto Gian Francesco Malipiero, in una tournée in Svizzera e in Germania (Basilea, Zurigo, Amburgo, Berlino ecc.). Si è laureato in musicologia e beni musicali, con il massimo dei voti e lode, presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. E’ stato consulente artistico dell’Associazione veneta Contea e segretario dell’Associazione Veneto Musica di Mestre.

A Rovigno la musica classica è di casa …
0.00(0 votes)
Comment(0)