CIRO GALLO ESPONE ALLA SALA SBISA’

LE SUE OPERE GRAFICHE UN OMAGGIO ALLA SCUOLA LIBERA DELL’ACQUAFORTE

Inaugurazione mercoledì 16 marzo, alle ore 18.30

 

Per “Incontri. Territori senza più confini” – progetto di Renzo Grigolon e Marianna Jelicic Buić – si inaugura, mercoledì 16 marzo, alle ore 18.30, nella Sala Sbisà dell’Università Popolare di Trieste la mostra “Ciro Gallo. Permanenze”, a cura di Giuliana Carbi Jesurun. Una retrospettiva che mette in sequenza i lavori dai primi anni Novanta ad oggi e rileva la persistenza delle principali caratteristiche dell’operare di Gallo. Nella sintesi del percorso selezionato dall’artista anche la novità delle opere grafiche, tirate tutte nel 2015. Infatti, l’occasione di esporre nella Sala Sbisà, che è frequentata da Ciro Gallo per svolgere il lavoro di acidatura delle matrici e di stampa dei lavori grafici, è pensata come un omaggio alla Scuola Libera dell’Acquaforte.

 

Nato a Trieste, dove vive e lavora, Ciro Gallo è noto per la sua trentennale attività come direttore di scena ed assistente alla regia di teatri lirici e di prosa. La mostra resterà aperta in via Torrebianca 22 fino al 4 aprile, con orario 16.30-19.30 dal lunedì al sabato, 10.30-12.30 domenica e festivi.

 

 

da Il Piccolo, edizione 16 marzo 2016

da Il Piccolo, edizione 16 marzo 2016

 

 

 

Trieste, 14 marzo 2016

 

Locandina

pieghevole_esterno pieghevole_interno slideWeb

Incontri – Ciro Gallo in mostra dal 16 marzo al 4 aprile 2016 alla Sala Sbisà
0.00(0 votes)

Post by editoria

Comment(0)