Le scuole italiane di Pola, dopo oltre sessant’anni d’attesa – perché è dalla Seconda guerra mondiale a questa parte che si è a digiuno o ospiti in casa d’altri – hanno una palestra tutta loro, un edificio sportivo di prim’ordine, da fare invidia a molte altre istituzioni scolastiche. Ignare dell’aspettativa e delle peripezie per arrivare all’ambito traguardo, generazioni fortunate dell’elementare italiana “Giuseppina Martinuzzi” e della Scuola media superiore italiana “Dante Alighieri”, in questo inizio di semestre, si stanno godendo degli splendidi spazi moderni, arredati e attrezzati di tutto punto, adatti a ogni esigenza didattica e standard pedagogico per l’attività ginnica.

C’è posto per tutti

L’entusiasmo aleggia nell’aria, nell’enorme spazio dal parquet luminoso, dall’elevatissimo soffitto tappezzato di strutture metalliche e megariflettori. Curiosa la situazione del poter condividere l’ambiente in tutta comodità: da una parte dell’enorme parete divisoria mobile, i ragazzini della quarta elementare, intenti a sbracciarsi nei primi esercizi di riscaldamento; dall’altra gli studenti della “Dante” pronti a mettercela tutta in “manovre” ben più esigenti con il pallone. C’è posto per tutti. Convivenza perfetta. Disciplina, divertimento, apprendimento assicurati. Per qualsivoglia insegnante di cultura fisica o sportivo, la tentazione di collaudare l’ambiente e le attrezzature dovrebbe essere irresistibile: tribuna telescopica, struttura speciale con il vantaggio di poter essere aperta e chiusa in pochi istanti a seconda delle necessità, travi di equilibrio, spalliere, quadri svedesi, pertiche (come quelle per pompieri ed è un accostamento che piace ai ragazzi), volteggi e varie altre strutture per il salto in alto, travi, parallele di tutti i tipi (asimmetriche o meno), sbarre, funi, materassini da smistare su un parterre perfetto, palloni per ginnastica e per tutta la scolaresca. Vedi le reti protettive per non danneggiare i muri, le pareti ben imbottite, perfette per impedire urti e ferimenti e poi, come gli americani, sul muro il maxi tabellone dei punteggi con scritto in lettere luminose locali versus ospiti, players, fouls, punteggio e quant’altro. Così per le “grandi” partite. Per le gare di minor conto ecco qua il mini tabellone ausiliario. Di tutto, di più insomma. È il totale rinascimento, dopo la totale carestia e la costrizione di aver dovuto sempre far ginnastica in aule di pochi metri quadrati a rischio di spintoni.

Quattro lunghi anni

Questo è oggi il bel quadro della situazione scaturita alla fine della storia infinita dell’impresa edilizia avviata dalla ditta “Projekt gradnja” di Slavonski Brod nel settembre del 2007 e protrattasi per quattro anni. Anni di interminabili lavori edili, bloccati da problemi iniziali (questioni tecniche), ripresi, interrotti nuovamente (per intralci burocratico-finanziari, a livello di ministero competente e appaltatore, annessi contrattuali da pattuire e da firmare) e poi ripresi un’altra volta. Se la scorsa estate il collaudo tecnico si era concluso con una sonora bocciatura, in autunno, dopo aver posto rimedio alle carenze, si era riusciti a superare la prova e a scavalcare anche l’ultimo ostacolo, equipaggiandosi nel contempo di tutte le attrezzature (fornite dalla ditta “Tome” s.r.l. di Castelmuschio). Fine delle peripezie. Altro che ginnastica! Ora, resi addirittura più forti dalla corsa ad ostacoli, il traguardo è stato tagliato, pur non essendoci stata nessuna cerimonia ufficiale.

Un traguardo importante

È un grande traguardo per le nostre scuole e per l’intera Comunità nazionale italiana di Pola, anche perché, come noto e del resto concordato, pure altre istituzioni, come la Comunità degli Italiani e l’ente prescolare “Rin Tin Tin”, potranno fruire degli spazi con attività sportive pomeridiane. Il traguardo è stato raggiunto a forze finanziarie congiunte della Repubblica d’Italia e della Repubblica di Croazia, grazie al prezioso impegno dell’Università Popolare di Trieste e dell’Unione Italiana, della Regione Istriana e della Città di Pola.

Arletta Fonio Grubiša

Finalmente la palestra!
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)