Il borgo medievale istriano di Grisignana, sorto a quindici chilometri dal mare, in alto sulla collina lungo la destra sponda del fiume Quieto, ha ospitato anche quest’anno il Concorso d’Arte internazionale, ossia l’Ex Tempore che porta il nome della cittadina. La manifestazione artistica giunta alla sua quindicesima edizione viene organizzata tradizionalmente nell’ultima settima di settembre dall’Unione Italiana di Fiume, dall’Università Popolare di Trieste, dal Comune e dalla Comunità degli Italiani di Grisignana. Considerato come uno degli avvenimenti culturali di maggior rilievo e vanto della Comunità Nazionale Italiana in Croazia e in Slovenia, l’evento nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento sia per gli artisti connazionali sia per altri autori provenienti dalla Croazia, dalla Slovenia e dall’Italia, in primo luogo, ma, come si è rivelato in questa e nelle precedenti edizioni, anche da altre parti d’Europa e del mondo. Anche questa edizione ha riscontrato il successo sperato. Si può pertanto liberamente affermare che l’Ex Tempore di Grisignana, come il buon vino, più invecchia e più diventa sinonimo di qualità. Da diversi anni a questa parti ci sono stati svariati immancabili appuntamenti collaterali, dove è rispecchiata l’ottima offerta enogastronomica della regione, con prosciutto, buon vino e il gran gusto del tartufo. Quest’ultimo, e precisamente il tartufo bianco, ha avuto un’esposizione tutta per sé. Ritornando alla manifestazione artistica sono ben 384 gli autori che hanno partecipato al Concorso, rispettivamente in tutto 526 tele bollate di cui 400 esposte. Una mole di lavori da visionare, che ha messo in “difficoltà” la Giura dell’Ex Tempore.

I premiati

La commissione presieduta dal direttore della Gallerie Costiere Toni Biloslav (Slovenia) e composta dal critico d’arte e operatore culturale Renzo Grigolon (Italia), dal curatore artistico Isabel Demigul Zapata (Spagna), dal storico e critico d’arte Marino Baldini (Croazia), dall’accademico e critico d’arte Stane Bernik (Slovenia) e da Francesca Agostinelli, critico d’arte e corrispondente delle pagine culturali del “Sole 24 ore” ha assegnato i seguenti premi. Il Primo Premio (UI-UPT), di euro 1.700, è stato assegnato al pittore Žiga Okorn di Lubiana (Slovenia), per l’opera “Spomin-Ricordo” con la seguente motivazione: “L’opera premiata è stata concepita con un significato riflessivo sublime nonché primordiale di una immagine delle figura umana. Semanticamente è costituita da un simbolico relitto della violenza collocato in una tela. Un assemblaggio iconograficamente definito, sottolineato anche dal titolo ‘Il Ricordo’. L’opera è un complesso lavoro di sintesi fortemente espressivo e significante”. Il Secondo Premio (UI-UPT), di euro 1.200, è stato vinto dal pittore Nikola Ražov di Rovigno (Croazia) per l’opera “Facciate istriane (Gialla)”. Si legge nella motivazione: “con grande sensibilità pittorica e ordine formale, attraverso una poetica del paesaggio molto personale e gradevole propone la sua visione della facciate del piccolo borgo istriano”. Il Terzo Premio (UI-UPT), di euro 1.000 è andato alla pittrice Marija Čurčić di Rovigno (Croazia) per l’opera “Konzensus Gensium II”. “Nel riconoscimento del valore ideativo nell’interpretazione del tema e per l’apprezzamento del rigore formale ed esecutivo” è riportato nella motivazione. Il Premio Città di Grisignana, di euro 1.000 è stato vinto alla pittrice Andrea Ružić di Fiume (Croazia) per l’opera “Blues grisignanese” con la seguente motivazione: “Per la sua visione ben strutturata, originale, ma allo stesso tempo ironica delle complessa realtà di questa cittadina facendo uso contemporaneo delle tecnica mista”. Ben sei i premi sponsor, ciascuno di 1.000 euro che sono stati assegnati a Branko Lorarić di Rovigno (Gieffeci Trieste e Elettronica Veneta di Monta di Livenza); Roberto Krajcer di Umago (B.M. Euromont e Metal Opatija); Nicola Tomasi di Gorizia, Italia, (Arr. imm e SAF Autoservizi di Trieste), Tereza Pavlović di Parenzo (Teatro La Contrada Trieste e Tipografia Villaggio del fanciullo di Trieste), Elvis Berton di Pisino, (cartolibreria Giocoscuola e Grillo forniture di Trieste), Bruno Paladin di Fiume (Eurocar trasporti di Trieste e Ditta Projekting di Pola). I premi sono stati consegnati dai rappresentanti degli enti organizzatori e dalle autorità: Maurizio Tremul (presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana), Ivan Jakovčić (presidente della Regione Istriana), Giuliana Deskovic Krevatin (presidente della Comunità degli Italiani), Rino Dunis (sindaco di Grisignana), Alessandro Rossit (direttore generale dell’Università Popolare di Trieste), Mario Steffè (responsabile del Settore cultura della GE UI) e Martina Gamboz (presidente del Cenacolo degli operatori culturali della CNI).

Gianfranco Miksa

L’Ex Tempore di Grisignana come il buon vino con gli anni acquista qualità
0.00(0 votes)

Post by admin

Related post

Comment(0)